I biscotti di mosto – Le ricette de la Vergara

Oggi entriamo nella cucina di una Vergara proprio speciale che ci insegna come fare i migliori biscotti di mosto del mondo! Lei si chiama Serenella ed è di Osimo, elegante città tra le colline delle Marche a pochi passi dalle spiagge della Riviera del Conero. Devi sapere che l’autunno e la vendemmia sono sinonimi di biscotti di mosto, il loro profumo invade le case di tutti i marchigiani .

La senti anche tu questa fragranza deliziosa? Vuoi per caso la ricetta?

Ce la descrive passo dopo passo proprio Serenella!

Metti il grembiule e inizia ad impastare!!!

 

Ingredienti

 

½ litro di mosto già bollito

125 grammi di lievito di birra

250 grammi di zucchero

250 grammi di olio di semi (mais o girasole)

100 ml di mistrà

50 gr di semi di anice

Farina qb, circa 1,2 kg…la Vergara Serenella si raccomanda, l’impasto è meglio morbido che duro!

biscotti di mosto
I biscotti di mosto di Serenella

Procedimento

  • Lasciare il lievito la sera con un po’ di mosto e farina e far riposare.
  • La mattina aggiungere del mosto, semi di anice, zucchero e olio. A questo punto impastare e lasciare ancora riposare.
  • Una volta lievitata la massa e aver ottenuto il doppio del volume iniziale si possono unire alla stessa, per i più golosi, uvetta e/o mandorle (io in realtà preferisco i biscotti semplici).
  • Formare dei filoni e mettere nuovamente a lievitare poi cuocere a forno già caldo a 220 gradi per circa 30 minuti.

Io li mangio caldi caldi con la nutella o le marmellate della mamma e devo dire che sono davvero squisiti.

Se vuoi conservarli più a lungo non devi far altro che tagliare il filone a fette e mettere a biscottare.

Come si fa? Semplice, basta ripassare le fette in forno per qualche minuto e ottenere il delizioso biscotto di mosto che tanto mi piace! In questo caso è d’obbligo servire i biscotti agli ospiti accompagnati dal nostro vino cotto!

Se poi ti avanza un po’ di mosto e non sai come utilizzarlo ecco un’altra preziosissima ricetta…quella de Li Sughitti!

 

Ringrazio ancora Serenella da Osimo  che mi ha dato la possibilità di raccontarti questo piatto della tradizione marchigiana.

Ti ricordo che per non perderti neanche una delle ricette de “la Vergara” devi solo mettere un mi piace alla mia Pagina Facebook o semplicemente iscriverti alla newsletter di Viaggi e Sorrisi.

Per saperne di più 

Scopri come fare Li Sughitti 

Leggi anche le altre Ricette de la Vergara

Scopri le Eccellenze Marchigiane

 

 

Ti potrebbe interessare...

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Il Tuo commento una volta scritto, verrà moderato da Viaggi e Sorrisi. Una volta approvato sarà disponibile on line.