5 cose da non perdere a Loreto

Tra le verdeggianti colline della Riviera del Conero, sulla sommità di un colle sorge la città di Loreto. Questo luogo tra fede e storia saprà aprirvi il cuore e l’anima. Loreto da anni è meta di pellegrinaggi e pellegrini perché custodisce uno dei tesori più importanti della cristianità: la Santa Casa di Maria di Nazareth.

Cosa fare e vedere a Loreto

1 – Arrivare a Loreto percorrendo i 400 scalini della Scala Santa

Per arrivare alla Santa Casa da pellegrino ti consiglio di percorrere la Scala Santa  rivivendo così l’intensa esperienza spirituale dei pellegrini che da secoli raggiungono Loreto. Appena 400 scalini immersi nel verde ti separano dalla meta e ti permettono di prepararti all’incontro con la Madonna con cuore e animo diverso.

Il percorso ti riempie di serenità e gioia, complice sicuramente anche la maestosa vista sul paesaggio del Monte Conero.

L’inizio della Scala Santa si trova alla Stazione di Loreto, nei pressi della nota pasticceria – ristorante Il Picchio dove non farai fatica a trovare un parcheggio. Il percorso inizia di fronte alla rotatoria che porta alla Stazione di Loreto nei pressi di Via Rampolla.  Qui ti trovi proprio davanti l’immagine della Santissima Maria Vergine posta all’inizio della scalinata.

scala santa inizio percorso

Lungo il percorso oltre alle immagini e alle quindici edicole disegnate da Amerigo Staffolani nel 1942 che rappresentano i Misteri del Rosario incontrerai anche il Cimitero Polacco, con più di mille tombe di soldati polacchi caduti durante la Seconda Guerra Mondiale.

cimitero polacco loreto

Una volta terminato il percorso prima di continuare per la Santa Casa ti consiglio ti fermarti a contemplare il meraviglioso panorama.

Esiste un modo ancora più intenso e profondo di raggiungere Loreto. Devi sapere che ogni anno il secondo Sabato di Giugno al calar del sole parte una scia infinita di pellegrini per il Pellegrinaggio a Piedi Macerata-Loreto. Si percorrono insieme km e km nella notte, uniti in preghiera e condivisione per raggiungere all’alba la Madonna e renderLe omaggio. Anch’io più di una volta ho partecipato a questo pellegrinaggio e devo dire che è difficile da esprimere la gioia e la felicità che ti imprimono nel cuore questo cammino.

Il consiglio è solo quello di percorrerlo almeno una volta nella vita!

2 – Visitare la Basilica di Loreto e la Santa Casa di Nazareth

All’interno della meraviglioso Basilica di Loreto è custodito un immenso tesoro della spiritualità cattolica del mondo, la Santa Casa di Nazareth.

Secondo la tradizione nel 1291, quando i crociati furono espulsi definitivamente dalla Palestina, le pareti della casa della Madonna furono trasportate prodigiosamente dagli Angeli fino a Loreto, il 10 Dicembre 1294. Semplici mura in pietra che costituiscono il nucleo originale della casa che però all’esterno sono decorate con bassorilievi di grande pregio, realizzate su disegno del Bramante dai migliori artisti dell’epoca.

C’è una cosa che fin da piccina mi è rimasta sempre impressa dai racconti dei miei genitori. Osservando il gradino esterno della Santa Casa noterai che ci sono dei solchi. I solchi sono il risultato dei giri sui gradini del rivestimento marmoreo fatto con le ginocchia dai pellegrini. Esso ha essenzialmente un valore penitenziale e di devozione alla Madonna. Da bambina l’ho fatto infinite volte, ti invito a farlo anche tu prima di entrare nella Santa Casa.

Quando entrerai in questo luogo fallo in silenzio e con il massimo raccoglimento, solo così potrai sentire una grande emozione nel cuore e nell’anima. All’ interno della Santa Casa potrai osservare anche la statua dellaMadonna Nera”, la protettrice degli aviatori.

Oggi la Basilica è affidata all’ordine dei Padri Cappuccini.

loreto piazza della madonna

Orari Messe e Confessioni Basilica di Loreto

Aprile – Settembre

Santuario

Orario di apertura: dalle 6:15 alle 19:30

Messe 

Feriali: ore 7:00, 7:30 (in Santa Casa), 8:30, 10:00,11:00,17:00,18:30

Festivi ore 7:00, 8:30, 10:00, 11:30, 12:00, 17:00, 18:00, 19.00.

Confessioni 

Feriali: ore 7:30/11:30 – 16:00/19:00
Festivi: ore 7:00/12:00 – 16:00/19:00

Ottobre – Marzo

Santuario

Orario apertura: dalle 6:15 alle 19:00

Messe

Feriali: ore 7:00, 7:30 (in Santa Casa),  8:30,10:00, 11:00, 16:30, 18:00.

Festivi: ore 7:00, 8:30, 10:00, 11:30, 12:00, 16:00, 17:00, 18.00.

Confessioni

Feriali: ore 7:30/11:30 – 15:30/18:30
Festivi: ore 7:00/12:00 – 15:30/18:00

(Aggiornato a Marzo 2018)

3 – Ammirare il panorama dai camminamenti e scoprire i segreti della Basilica

Lo sapevi che la cupola della Basilica è la terza per grandezza in Italia dietro soltanto a quella di San Pietro a Roma e del Duomo di Firenze?

La Basilica di Loreto è un raro esempio di Basilica Fortezza, ecco perché ancora oggi si presenta così maestosa. Al suo interno ha un grande tesoro da custodire e per questo motivo massicce sono le fortificazioni che vennero poste a difesa del Santuario. Le incursioni arrivavano soprattutto dai Turchi che attaccavano dall’Adriatico.

Da non perdere oggi una visita proprio ai camminamenti di ronda che venivano utilizzati in passato per osservare il mare e prevenire gli attacchi dei nemici. Salendo fino ai camminamenti oltre che ad ammirare un panorama mozzafiato avrai la possibilità di scoprire e “toccare con mano” l’architettura che regge il Santuario scoprendone misteri e segreti.

Chiuso al pubblico per ben cinquecento anni oggi questo tesoro architettonico è stato recentemente restaurato in occasione del Giubileo del 2000 e aperto ai visitatori.

La visita è sconsigliata visto i ripidi scalini da percorrere a bambini piccolini e persone con difficoltà motorie.

Consigliato invece l’acquisto del biglietto cumulativo per visitare anche il Museo Antico Tesoro, altra tappa irrinunciabile nella visita a Loreto. Nel museo sono custodite tante opere, ceramiche e tanti oggetti d’arte e di fede.

Info Utili

Orari

In alta stagione i camminamenti sono aperti tutti i giorni con varie visite nell’arco della giornata

In bassa stagione solamente nei giorni festivi

Biglietti

Intero 6,00 euro (8,00 euro Museo “Antico Tesoro”)

Previste riduzioni e sconti per gruppi ed età

Per ulteriori informazioni 071. 977748

Mail rocchette@prolocoloreto.com

 

(Aggiornato a Marzo 2018)

La biglietteria si trova proprio in Piazza della Madonna di fronte all’ingresso alla Basilica.

4 – Percorrere la via dei Presepi

Lo sapevi che Loreto è la capitale italiana del presepe?

Ce ne sono diversi sparsi per la città mariana, uno più bello dell’altro. Da non perdere assolutamente una visita al  Presepe Benedetto XVI, un presepe artistico meccanico permanente che si trova a due passi dal Santuario, accanto all’imponente monumento al Santo Giovanni XXIII. Il percorso si addentra in molte scene, con oltre 100 personaggi in movimento, a partire dall’ Annunciazione di Maria , fino alla Natività. Sono ricreate a regola d’ arte tutte le ambientazioni dove si svolgeva la vita comune degli antichi mestieri. Portateci i vostri bimbi e non uscirete più fuori!

Il presepe artistico meccanico permanente si trova in Via Sisto V (Piazza Papa Giovanni XXIII)
L’ingresso e’ ad offerta.
 presepe loreto capitale presepi

5 – Scoprire il Museo Storico Aeronautico

Ora ti svelo un’ altra chicca di Loreto che non conoscono in molti. Se sei un attento e curioso visitatore non ti sarà sfuggito il legame sottile che unisce Loreto, la Vergine Maria e l’Aviazione.

Bene, a Loreto a poche centinaia di metri dalla Basilica esiste un luogo dove con passione e amore sono stati recuperati tantissimi pezzi unici della storia dell’aviazione. Il museo è oggi un concentrato di storia voluto dai Soci dell’Associazione Arma Aeronautica di Loreto oltre che dall’Amministrazione Comunale.

Dalla nascita della Regia Aeronautica ad oggi il museo è un susseguirsi di uniformi e equipaggiamenti. Insomma un tuffo nella storia dell’Aviazione dove è anche possibile provare l’emozione di un volo in cabina di un jet militare.

Per tutti gli appassionati di modellismo inoltre a brevissimo verrà allestita un’area riservata al modellismo aereo statico e dinamico, assolutamente da vedere!

La Madonna di Loreto dal 1920 è la Patrona di tutti gli aviatori.

Info Museo Aeronautico Loreto 

Orari di apertura

Dal 16 Settembre al 14 Giugno: Sabato e Domenica 10.30/12.30 e 16.30/19.30
Dal 15 Giugno al 15 Settembre:
da Martedì a Domenica 10.30-12.30 e 16.30/19.30
Il museo resta chiuso a Natale, Capodanno, Pasqua, Ferragosto e ogni Lunedì.
Prenotazioni per gruppi al 393.4996490
Il Museo si trova nel Palazzo Comunale – Corso Boccolini 36/38 ad appena 500 metri dalla Basilica.
Per saperne di più visita il sito www.museostoricoaeronautico.it
loreto e aviazione monumento

Curiosità

Quando arrivi a Loreto non puoi fare a meno di fermarti nella Piazza ed ammirare il via vai di pellegrini che arrivano da ogni parte del mondo per incontrare la Vergine Maria. Proprio nella maestosa e meravigliosa Piazza della Madonna alcuni artisti denominati “i Madonnari” riproducono vere e proprie opere d’arte raffiguranti soggetti religiosi, tutto questo utilizzando dei semplici gessetti colorati.

Fermatevi e scrutate le loro opere così belle e fugaci.

madonnari loreto

Ti lascio con un’ultima curiosità che riguarda proprio Loreto e le sue usanze. Ma prima ti faccio una domanda, hai dei tatuaggi?

Lo sai che i pellegrini più arditi che raggiungevano un tempo Loreto erano soliti ritornare nelle loro terre con antichi souvenir da Loreto che non erano oggettini sacri ma tatuaggi indelebili che provavano la loro fede?

La pratica di tatuarsi segni devozionali si sviluppò fin dall’inizio del pellegrinaggio (le antiche tavolette di bosso conservate nel Museo Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto risalgono al XVI secolo) e si protrasse fino a quando, nel 1871, l’usanza venne proibita. I Marcatori Lauretani erano dei calzolai che nella loro bottega tenevano anche tutto l’occorrente per l’antico tatuaggio.

Le tavolette di bosso intagliate dal marcatore ove erano raffigurate immagini sacre fungevano da stampo quindi, per completare l’opera, egli riportava sulla pelle del pellegrino l’icona, ne bucherellava i contorni con uno speciale pennino e poi spalmava l’inchiostro nelle ferite aperte.

Immaginate il dolore, ma anche la prova di fede dei pellegrini.

loreto da fare e vedere

Se ti è piaciuto l’articolo e ti è sembrato utile che ne dici di cliccare mi piace alla pagina Facebook Viaggi e Sorrisi?

Grazie e a presto!

Per saperne di più 

Scopri altri interessanti itinerari nella Riviera del Conero

Scopri altri meravigliosi luoghi in Provincia di Ancona

Ti potrebbe interessare...

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Il Tuo commento una volta scritto, verrà moderato da Viaggi e Sorrisi. Una volta approvato sarà disponibile on line.