A Castignano uno dei Carnevali più caratteristici d’Italia

di Marta Mancini
sfilata de li mocculi

Il Carnevale di Castignano è sicuramente uno dei più caratteristici e affascinanti d’Italia e delle Marche. Castignano è un antico borgo medievale del Piceno famoso per il legame con la storia dei Templari, rievocata ogni anno ad Agosto attraverso Templaria, una rievocazione storica unica nel suo genere.

Castignano vanta anche una secolare tradizione per ciò che riguarda Carnevale, profondamente radicata nella cultura locale, tanto che il suo Carnevale è uno dei pochi nella provincia di Ascoli Piceno ad essere classificato come “Carnevale storico”. La tradizionale sfilata e la battaglia  de “li moccule”  sono senza dubbio il momento più atteso del Carnevale castignanese.

sfilata mocculi castignano

Sfilata dei Carri e dei Mocculi – Photo Credit Giovanni Paccasassi

Cosa sono i Moccoli?

I Moccoli (Moccule nel dialetto locale) sono delle lanterne artigianali costruite con grande perizia dagli abitanti del luogo. I lampioncini multicolori sono ricavati da canne intagliate all’estremità e ricoperte di carta velina di tanti colori diversi. All’interno di questo ricettacolo, che da un lato resta aperto, viene inserita una candela che si accende prima di partire per la processione dei Moccoli.

sfilata per le vie del paese

Sfilata dei carri per le vie del paese – Photo Credit Giovanni Paccasassi

La Storia della Sfilata dei Moccoli 

Pensate che la tradizione risale al XVIII secolo, come narrano alcune fonti storiche, quando la sfilata dei Moccoli aveva luogo nella Roma papalina per mettere fine al Carnevale.
Dopo l’unità d’Italia questa usanza venne persa, ma non a Castignano, unico luogo in tutta Italia ad aver tramandato questa tradizione ininterrottamente almeno sin dal 1861.

“Er Carnevale è morto e seppellito:

Li Moccoli hanno chiusa la funzione:

Nun ze ne parla più: tutt’è ffìnito.”

                                                              (Giuseppe Gioacchino Belli da “Er primo giorno de Quaresima”, 1847)

carnevale a castignano

Carnevale a Castignano – Photo Credit Giovanni Paccasassi

Una tradizione tramandata in questo delizioso paese dell’ascolano con orgoglio di padre in figlio per tenere accesa la fiamma di un passato che sempre più spesso si tende a dimenticare.

La sfilata dei Moccoli

Al suono della “Catubba” i moccoli si ritrovano per le vie del paese e invitano tutti ad uscire di casa per accodarsi alla sfilata al richiamo:

“Fora, fora li moccule!”

Quello dei Moccoli è un rito magico e ricco di significato che affonda le radici nella notte dei tempi.

La processione avviene in un clima affascinante, dove le uniche luci accese sono quelle variopinte dei Moccoli. Un fiume festoso di lumini colorati invade le vie del borgo medievale. Luci, voci e allegria, accompagnati dal ritmo di piatti, cassa e rullanti si uniscono fino a giungere in Piazza San Pietro dove una litania storica recitata precederà la tradizionale battaglia dei Moccoli dalla quale scaturisce il falò purificatore.

 

Il Falò purificatore

II falò purificatore alimentato dai moccoli distrutti è simbolo di purificazione dai mali dell’anno passato e dona la speranza di rendere migliori gli eventi futuri. Il fuoco purificatore, saltato e risaltato per scaramanzia dai ragazzi, mette fine agli stravizi e agli eccessi del Carnevale, riportandoci alla vita di tutti i giorni.

Carnevale è finito, il fuoco purificatore fa sognare e segna l’inizio della Quaresima.

Gli spettacolari fuochi d’artificio mettono fine al Carnevale storico di Castignano.

fuochi d'artificio carnevale castignano

Fuochi d’artificio – Photo Credit Giovanni Paccasassi

 

Informazioni utili

Date del Carnevale di Castignano

Il Carnevale di Castignano inizia i primi di Febbraio e termina Martedì Grasso.

Per conoscere il calendario completo dell’evento visita la pagina della Proloco di Castignano

Dove si trova Castignano

Castignano si trova in provincia di Ascoli Piceno. Il borgo sorge arroccato sopra un colle, al confine tra la vallata del fiume Tronto e quella del fiume Tesino.

Come arrivare a Castignano

In auto

Da Nord: Prendere l’autostrada A14 Bologna-Bari in direzione di Ancona, uscire a Grottammare, attraversare Grottammare, continuare sulla SP 92, proseguire direzione Castignano.

Da Sud: Prendere l’autostrada A14 e seguire la direzione San Benedetto del Tronto – Ancona, continuare sulla superstrada Ascoli-Mare fino all’uscita Ascoli Piceno/Zona Marino/Folignano, prendere la SP 235 e proseguire in direzione Castignano.

Da Ascoli Piceno prendere la SP 235 e proseguire in direzione Castignano.

 

In treno

Le stazioni di riferimento per raggiungere Castignano sono:

  • San Benedetto del Tronto a circa 30 Km
  • Ascoli Piceno a circa 25 Km.

 

In autobus

Il paese è servito da Autolinee Start

 

Un ringraziamento particolare a Giovanni Paccasassi che con i suoi scatti rende questo articolo ancora più interessante.

sfilata de li mocculi

I mocculi – Photo Credit Giovanni Paccasassi

Se ti è piaciuto l’articolo e l’hai trovato utile condividilo con i tuoi amici e se vuoi passa a trovarmi più spesso. Se metti un like alla mia pagina Facebook  ti porterò con noi a spasso per le Marche e per il Mondo!

Per saperne di più

Leggi anche 10 cose da non perdere nelle Marche

Le ricette tipiche del Carnevale nelle Marche 

Il Carnevale nelle Marche 

Potrebbe interessarti