5 cose da non perdere a Vieste, la perla del Gargano

Vieste ha un cuore candido, bianco come il latte, che si tinge di azzurro e verde e che appare ogni giorno più bella. Vieste ha origini antichissime e sorge su un costone roccioso a picco sul mare. La perla del Gargano affascina ogni viaggiatore con le sue casette bianche che incorniciano vicoli stretti e piazzette con belvedere sul mare.

vieste da cala molinella

Cosa fare e vedere a Vieste

1 – Andare alla scoperta delle spiagge più belle di Vieste

A Vieste troverai alcune delle spiagge più belle del Gargano e anche della Puglia.

Tutta la costa del Gargano che va dal litorale di Isola del Varano fino a Mattinata è un susseguirsi di meravigliose calette e spiagge sabbiose, rocce calcaree a strapiombo e faraglioni candidi, dune e macchia mediterranea.

Andare a scegliere le spiagge più belle del Gargano di certo non è un compito dei più facili e allora mi limito a darti qualche indizio per aiutarti ad individuare la tua spiaggia preferita.

cala molinella conchiglia

Sicuramente vale la pena fare un tuffo nella Baia di Vignanotica, una meravigliosa spiaggia di sabbia bianca che richiama nei riflessi i biancori delle falesie che la incorniciano. Merita una visita anche la Spiaggia di Scialmarino, un lungo arenile dal basso fondale di sabbia. Alle spalle delle spiaggia il profilo della chiesa di Santa Maria di Merino e al termine della stessa l’Oasi naturalistico-archeologica La Salata, la più preziosa testimonianza paleocristiana del Gargano.

Merita naturalmente una visita anche la spiaggia di Pizzomunno, a due passi dal centro storico di Vieste, meta perfetta per famiglie e bambini grazie alla sabbia soffice e dorata e alla presenza di tanti stabilimenti balneari. La spiaggia è caratterizza da un enorme dente di calcare bianco, Pizzomunno, il gigante bianco,  che simboleggia Vieste ed alto circa 26 metri.

spiaggia pizzomunno e vieste

Conosci la leggenda di Pizzomunno e Cristalda, cantata anche da Max Gazzè a Sanremo? Se non la conosci te la racconto subito!

“Pizzomunno è un giovane marinaio molto bello. Di lui si innamorano tutte le donne, ma non solo: anche le Sirene ne sono affascinate. Ma Pizzomunno è già innamorato di Cristalda, la ragazza più bella del villaggio dai lunghi capelli biondi baciati dal sole. I due innamorati si amano molto e Pizzomunno è fedele alla sua Cristalda anche quando in mare le Sirene cercano di lusingarlo: gli promettono di diventare sue schiave, di esaudire ogni suo desiderio se solo lui accetterà di seguirle. Ma il giovane ogni volta rifiuta e all’ennesimo no le Sirene invidiose rapiscono Cristalda.
La ragazza aspetta il ritorno del suo innamorato in riva al mare quando un’onda la travolge trascinandola negli abissi. Narra la leggenda che Pizzomunno per il dolore rimase immobile di fronte al mare sperando di rivedere la sua amata, trasformandosi lentamente in uno scoglio. Lo stesso che si può ammirare oggi sulla spiaggia di Vieste: un enorme faraglione.”

Il “gigante di bianco calcare”, come recita Max Gazzé,  oggi affascina turisti e viaggiatori e ha nutrito la fantasia degli abitanti di Vieste ieri, oggi e per sempre.

Un altro luogo che vale la pena di visitare è senza ombra di dubbio l’Arco di San Felice. Questo luogo spettacolare si trova appena fuori Vieste, sulla litoranea per Pugnochiuso e regala una vista meravigliosa!

E’ uno di quei posti da cartolina, oggi diremmo da selfie, che fa sembrare tutto ancora più bello e romantico…perfino noi!

arco di san felice vieste

Prima di chiudere con le spiagge ti indico l’ultima che mi è rimasta proprio nel cuore, Cala Molinella.

Una spiaggia sabbiosa, con un fondale di sabbia dorata e finissima che degrada dolcemente. Le acque sono trasparenti e la vista che si gode dalla spiaggia davvero unica. Da un lato si scorge Vieste, la perla del Gargano, dall’altro il trabucco storico di Molinella.

“La baia di Molinella è un posto di mare. Lo iodio, la sabbia, le reti sospese dal trabucco storico al tramonto. Le fortificazioni di pietra che punteggiano la costa e una grotta paleocristiana che sorge e suscita stupore.”

cala molinella spiaggia

2- Passeggiare per le vie del centro storico di Vieste

Vieste “Vecchia” sorge su uno sperone roccioso che domina il mare e si estende dalla spiaggia del castello a quella della “marina piccola” attraversando la sottile lingua di terra chiamata “Punta San Francesco”.

Il borgo ha origini molto antiche e ha mantenuto intatti i caratteri originari, con le sue caratteristiche viuzze irregolari, le casette bianche, le piazzette e suoi meravigliosi belvedere.

Da non perdere assolutamente una visita alla Cattedrale, cuore spirituale della città dall’alto campanile, e al castello Svevo, fatto costruire dall’Imperatore Federico II.

Nella zona alta del borgo medievale, nei pressi del castello svevo, sorge la meravigliosa Cattedrale di Santa Maria Assunta di Vieste conosciuta anche come Duomo di Vieste.

duomo di vieste
Costruita nella seconda metà dell’XI secolo conserva il primitivo stile romanico-pugliese, una delle più antiche di Puglia, mentre il campanile è tardo barocco.
Gli interni presentano una sobria pianta a basilica romanica, divisa in tre navate suddivise da colonne con capitelli corinzi e cubici, con motivi animali.
Il soffitto ligneo dipinto è di stile barocco napoletano e racchiude tre grandi tele che rappresentano la Madonna Assunta, San Giorgio e San Michele Arcangelo.

cattedrale di vieste
La cattedrale custodisce la statua lignea del XIV secolo della Madonna di Santa Maria di Merino, protettrice di Vieste che, secondo la leggenda, sarebbe stata rinvenuta da alcuni marinai sulla spiaggia prospiciente il borgo.

“La leggenda  racconta che la statua avrebbe ornato la prua di una nave come polena e che in seguito al suo naufragio sarebbe stata portata dalle onde del mare sulla spiaggia di Scialmarino. La statua lignea di Santa Maria fu ritrovata sulla spiaggia da alcuni marinai di Vieste e altri di Peschici che fecero fare al destino per conoscere quale dei due paesi potesse vantarne la proprietà dopo il ritrovamento.

La statua della Madonna fu posta su di un carro trainato da due buoi, uno era di Vieste e l’altro era di Peschici. Ma la Madonna aveva evidentemente scelto Vieste. Infatti i due buoi, senza alcuna esitazione si diressero verso la Cattedrale fermandosi ai piedi del monumento. Ancora oggi ogni 9 maggio in ricordo dell’evento Vieste onora la Madonna di Merino, la padrona della città.”

A pochi metri dalla cattedrale avrai modo di vedere una pietra chiamata “la Chianca Amara”, luogo su cui furono trucidati donne, vecchi e bambini nel anno 1554, durante un incursione delle orde del sanguinario pirata Turco Draguth Rais.

Proseguendo verso la zona alta si arriva al Castello Svevo, ahimè dopo una ripida salita, fatta con una piccola in braccio è un pochino faticosa ma il panorama ripaga di ogni fatica.

castello svevo vieste

Qui si gode di una vista incomparabile su tutta la città, il mare, la costa garganica, l’isola ed il faro di Sant’Eufemia.

Altro punto di interesse nel centro storico è sicuramente Piazzetta Petrone. Dopo avere girato tra i piccoli e meravigliosi vicoli di Vieste ci ritroviamo su questa piazzetta, come in una favola. Una terrazza sul mare, una vista spettacolare, una piazzetta dal fascino antico. Se volete fare i romanticoni la sera fermatevi qui per una cenetta a lume di candela.

piazzetta petrone vieste

3 – Incontrare gli artigiani di Vieste

Le viuzze e i vicoli del centro storico di Vieste sono pieni di bazar, negozi e botteghe dove è possibile trovare souvenir di vario tipo e provenienza. Oggi voglio farti scoprire dei luoghi che il turista distratto non riesce a cogliere, botteghe dal fascino unico che ti permetteranno di entrare nel cuore dei viestani più autentici.

In Via Cesare Battisti 37 ti aspettano Carlo e Raffaele Gentile, padre e figlio, nella bottega di lavorazione della pietra calcarea.

lithos al lavoroDa Lithos la pietra è la vera protagonista di ogni creazione e prende una, cento, mille forme differenti che ricordano l’antica cultura daunia e che valorizzano quella locale. Dalla fredda pietra Carlo e Raffale riescono a tirar fuori il cuore caldo, raccontando scene di vita quotidiana, eroi antichi, miti e leggende che diventano pura arte e poesia, pezzi unici. Quella di Carlo e Raffaele è una scommessa, che non segue regole di mercato, una scommessa vinta ogni volta che da un blocco di pietra calcarea nasce una vera e propria opera d’arte.

Lithos di Carlo Gentile e Raffaele Via Cesare Battisti, 37 Vieste (a pochi passi dal Duomo)

Per ulteriori informazioni tel 0884.702241 email lithos.vieste@tiscali.it

lithos sculture

Una volta visitata la bottega dei Gentile prosegui in direzione della cattedrale e proprio lì davanti fermati ad osservare le creazioni di Alessandra Ruo. L’Art-Otahi è una piccola bottega piena di tesori, di pietre preziose e gioielli.

art otahi

Alessandra è una viestana purosangue che pur di non lasciare il suo amato paese si è inventata un lavoro grazie anche alla sua creatività, fantasia e ai suoi studi artistici. Nella sua bottega Alessandra ritrova il suo mondo, fatto di progetti speciali, sogni e un legame profondo con la sua terra. Tra le sue creazioni e i suoi gioielli preziosi anche la rivisitazione del Mazzetto del Gargano che, come da usanza, viene regalato al nascituro al Battesimo. È un grappolo di argento e corallo con le miniature di oggetti ognuno con un significato differente ma comunque di buon auspicio.

Art-Otahi di Alessandra Ruo si trova in via Duomo, 3 Vieste

Per ulteriori informazioni Telefono 347-7222550 – Email: art.otahi@gmail.com

Visita anche il sito www.alessandraruo.it

il mazzetto del gargano vieste

C’è poi a Vieste un certo Vincenzo Monacis l’artigiano dei trabucchi, Cenzino per gli amici, che da 30 anni taglia, sistema e realizza miniature di trabucchi, antiche macchine da pesca, un tempo la più importante fonte di sostentamento per molte famiglie. Il suo è un piccolo laboratorio che si trova proprio nel centro storico di Vieste. Qui Vincenzo cura i dettagli di questi piccoli capolavori.

Vincenzo lo trovate in Piazza Seggio a Vieste.

Se invece vuoi portarti a casa il profumo della Puglia, ti consiglio di passare alla Parafarmacia in Via San Maria di Merino e acquistare una delle fragranze ispirate al Gargano. Così quando ti verrà la nostalgia qualche goccia di Aquapulia, Cristalda o Pizzomunno (questi i nomi dei profumi e c’è anche Trabucco per l’ambiente) ti faranno ritornare il sorriso.

aquapulia

4 – Partecipare ad una battuta di pesca in uno dei trabucchi del Gargano

Partecipare ad una battuta di pesca su uno dei “Trabucchi del Gargano”, i giganti del mare, è una delle esperienze più meravigliose ed emozionanti da fare qui a Vieste.

“Pur viaggiando una vita intera,
nessun altro luogo potrà offrirvi nulla di simile…”

trabucco san lorenzo vieste

Devi sapere che fino alla metà degli anni settanta i Trabucchi avevano un ruolo cruciale nel panorama della pesca nel Gargano ed erano una fonte di sostentamento per tante famiglie.
Con l’avvento della pesca industriale operata da intere flotte di grossi pescherecci i trabuccolanti hanno cominciato ad abbandonare i loro trabucchi. Queste macchine giganti da pesca richiedono una manutenzione continua e piuttosto complessa e onerosa. Oggi è l’Associazione La Rinascita dei Trabucchi Storici del Gargano che sta mettendo in atto un sistema volto a tutelare e valorizzare e recuperare i Trabucchi storici del Gargano, in modo da farli ritornare al vecchio splendore.

pesce trabucco vieste

Grazie a questa associazione l’antica tradizione dei trabucchi che affonda le radici nel passato di una terra di pescatori come la Puglia non si è persa ma viene valorizzata giorno dopo giorno.

E quando arrivi nel Gargano una delle esperienze più belle che tu puoi fare è proprio quella di partecipare ad una dimostrazione di pesca insieme ai trabuccolanti. Non puoi immaginare l’emozione  che hanno vissuto i nostri piccoli  durante la pesca al trabucco.

esperienza trabucco pesce vieste

Durante la pesca i trabuccollanti del Trabucco San Lorenzo, i fratelli Spalatro Gianni e Michele, ci hanno illustrato l’antica storia del trabucco garganico e spiegato nei dettagli le tecniche di costruzione e di pesca. Il puffetto ha partecipato anche attivamente alle operazioni di pesca e si è divertito un mondo.

La pesca è allietata anche da degustazioni di prodotti tipici pugliesi.

Le dimostrazioni di pesca a Vieste si organizzano da Maggio a Settembre in genere il Martedì e il Giovedì.

Per qualsiasi informazione e per prenotare la tua esperienza indimenticabile puoi contattare i seguenti numeri:

340.6848737 o 327.4276205 o scrivere una mail a info@trabucchidelgargano.org

Per saperne di più visita il sito www.trabucchidelgargano.org

trabucco san lorenzo vieste gargano

5 – Immergersi nel verde della Foresta Umbra

Il Parco Nazionale del Gargano è uno dei luoghi più affascinanti del Gargano, luogo ideale per fuggire alla calura estiva e godersi un’immersione nella natura.
La Foresta Umbra è il polmone verde del Parco Nazionale del Gargano e si sviluppa fino a circa 830 m di altitudine per circa 10.000 ettari.  Il nome “umbra” deriva dal latino: cupa, ombrosa e come puoi immaginare è un luogo dove immergersi nella natura e godere di tanta bellezza.

foresta umbra laghetto

La Foresta Umbra è ricchissima di flora, vanta oltre 2.000 specie vegetali. Molto ricca anche la fauna e tipico è il Capriolo autoctono garganico, il Gatto selvatico, il Cinghiale, il Tasso, la Donnola, il Ghiro. Non è da meno l’avifauna: il Gufo reale, il Gufo comune, il Picchio, l’Allocco, il Barbagianni, la Gazza, la Beccaccia e tante altre. Non è poi così difficile incontrare alcuni di questi animali passando anche solo semplicemente in auto.

foresta umbra gargano vieste

Puoi attraversare la Foresta Umbra a piedi, in bici, a cavallo o in auto, naturalmente più lento sarà il tuo percorso al suo interno e più scoperte interessanti potrai fare. Alcuni di questi sentieri sono percorribili anche da persone diversamente abili.

Chi vuole può anche prenotare un tour della Foresta Umbra in Jeep ed effettuare un suggestivo itinerario immerso nel verde. Previste lungo il percorso alcune soste in autentiche masserie pugliesi dove poter degustare i sapori autentici locali.

Per prenotare il tuo tour in Jeep ti consiglio di contattare Arruska Esperienze del Gargano o Agrifoglio tour.

Consigliata anche una sosta golosa e deliziosa al Rifugio Sfilzi dove abbiamo mangiato divinamente spendendo il gusto con prodotti rigorosamente km 0!

Se invece al ristorante preferite una sosta più easy, nella Foresta Umbra troverete tante aree di sosta attrezzate con tavoli e giochi per bambini!

area pic nic foresta umbra



Booking.com

Cosa mangiare a Vieste

In tutto il Gargano e così anche a Vieste si mangia divinamente.  La Cucina è quella tipica pugliese arricchita da specialità gustose e uniche. Il centro storico è pieno di ristoranti per tutti i gusti e tutte le tasche e troverai anche tanti agriturismi e masserie dove degustare prodotti a km 0.

Ma iniziamo dall’antipasto, in Puglia non mancano mai le bruschette al pomodoro condite con quel filo d’olio pugliese che rende tutto ancora più buono. L’olio extravergine di oliva può essere uno dei souvenir più pregiati da riportare a casa e naturalmente troverai tante aziende agricole pronte a fartelo assaggiare.

Un altro piatto da non perdere è il Caciocavallo che nella zona del Gargano è possibile degustare nella sua variante Podolica, ovvero prodotto con latte di vacche di razza podolica che vengono allevate allo stato semi-brado, cibandosi anche di erbe selvatiche.

caciocavallo vieste

La tavola a Vieste è anche impreziosita dal pesce fresco, seppie, polpi e ostriche accompagnate da un bel bicchiere di vino, sapori autentici del Gargano, così come la tipica e saporita zuppa di pesce chiamata “u’ ciambott”.

Avete mai assaggiato le orecchiette alle cime di rapa? Se la risposta è no siete nel posto giusto per farlo!

Infine ti devo dare un altro consiglio: A Vieste proprio vicino alla Cattedrale trovi la Paposcia della Pizzeria da Adalt, l’ho assaggiata una volta nella versione classica, mozzarella di bufala pomodoro e rucola e un filo d’olio e mi è rimasta nel cuore. Se passi di qua fermati e non te ne pentirai.

paposcia vieste

Altre escursioni da non perdere a Vieste e dintorni

Se ti trattieni a Vieste per alcuni giorni e hai terminato tutte le attrazioni ti informo che da qui partono i traghetti per le Isole Tremiti, angolo di paradiso da vedere almeno una volta nella vita. Inoltre è possibile scegliere di fare anche delle escursioni fino alle Grotte Marine o un tour della costa del Gargano via mare.

Da non perdere anche una visita alla meravigliosa Peschici. La città di Peschici sorge su una rupe in una splendida posizione a picco sul mare. Il centro storico di Peschici è ricco di scorci davvero meravigliosi e come Vieste offre tante botteghe artigiane e numerosi locali dove è possibile degustare i piatti tipici della tradizione pugliese.

Dove dormire a Vieste

A Vieste abbiamo trovato un angolo di paradiso, uno di quei luoghi che ti entrano nel cuore appena ci arrivi. Cala Molinella è un villaggio ecosostenibile dove abbiamo avuto la fortuna di…

cala molinella relax

“Dimenticare il tempo che passa per appropriarsi del presente.
Vivere a pieno ogni secondo.”

baci e coccole cala molinella

Cala Molinella e’ un luogo che ci ha invitato alla lentezza e a godere appieno di tante piccole e meravigliose cose.

E’ la famiglia Silvestri a prendersi cura degli ospiti in questo villaggio fatto di casette bianche, appartamenti confortevoli, profumati e deliziosi fiori in ogni angolo.

Tanti i dettagli che lo rendono unico:

  • l’angolo dell’Ulivo dei Libri che accoglie sotto la sua ombra grandi e piccini è una biblioteca a cielo aperto…

biblioteca a cielo aperto cala molinella

  • la fattoria didattica del villaggio turistico ecosostenibile Cala Molinella ricorda sprazzi di una vita sana. Gli asinelli, le paperelle, i maialini, i galli e le galline scandiscono la giornata con i loro versi e canti.

cala molinella asinelli

  • l’orto biologico dove i bambini possono veder crescere i frutti della terra.

orto cala molinella

  • una piscina dove godere di qualche ora di relax quando non si vuole arrivare al mare che dista appena 5 minuti a piedi

  • e una casetta sull’albero, uno dei posti più magici e amati dai miei bambini (e anche da me) di questo villaggio ecosostenibile!

casa sull'albero

A Cala Molinella abbiamo abbracciato la filosofia del Villaggio e ci siamo ripresi il nostro tempo, quello dei baci, delle coccole, dei giochi, del dolce far niente in questo angolo di paradiso che invita alla lentezza e alla dolcezza.

Anche per i più piccini le attività proposte a Cala Molinella sono tutte a “bassa intensità”. Oltre ad entrare in contatto con gli animali della fattoria didattica i bimbi possono coltivare l’orto didattico e divertirsi con altri giochi a contatto con la natura.

cala molinella giochi

Ad appena 5 minuti a piedi dal Villaggio c’è la spiaggia Cala Molinella Beach, raggiungibile anche grazie ad un servizio navetta.

cala molinella beach

Di Cala Molinella oltre al panorama incantevole che da un lato mostra Vieste e il suo cuore candido e dall’altro il trabucco storico, ricordo i giochi sulla spiaggia fino al calar del sole. Ci siamo diverti così tanto qui a guardare le biglie che si rinconcorrevano fino al mare, a fare castelli di sabbia e sognare le storie di Re e Regine, a correre in riva al mare ed aspettare gli schizzi delle onde…

cala molinella giochi castelli

“Viaggiare leggeri non è soltanto questione di bagagli.

A viaggiare leggeri si impara con il cuore e con la testa, cercando di pesare il meno possibile sui luoghi che si vanno a scoprire. ”

Bella questa frase che mi è rimasta nel cuore come questo luogo davvero speciale.

cala molinella piccolina

 

Cala Molinella si trova in località Molinella Vieste

Per informazioni chiama il numero 0884705755

Mail  info@calamolinella.it

Per prenotazioni visita il sito www.calamolinella.it

cala molinella biglie

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici. Se vuoi continuare a scoprire la Puglia e tanti altri luoghi insieme a noi non dimenticare di passarci a trovare nella pagina Facebook Viaggi e Sorrisi.

Per saperne di più

Scopri altri interessanti itinerari in Italia

Scopri alcune delle spiagge più belle d’Italia

 

cala molinella spiaggia vieste

Si ringraziano per la collaborazione la famiglia Silvestri e tutto lo staff di Cala Molinella che ci hanno fatto sentire come a casa, Alessandra Ruo, Carlo e Raffaele Gentile per averci aperto le porte e il cuore delle loro botteghe

vieste gargano
Vieste in questa bellissima immagine di Veronica Spanu

Ti potrebbe interessare...

2 Commenti

  1. Elena dice

    A Vieste sono stata da piccola! Che ricordi… Mi piacerebbe tornare e rivedere quei luoghi che descrivi tanto bene! Il gigante di calcare è superlativo!

    1. viaggiesorrisi dice

      Ma grazie di cuore. Vieste è un luogo che ci è rimasto nel cuore come la sua gente…ritorneremo presto nel Gargano!

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Il Tuo commento una volta scritto, verrà moderato da Viaggi e Sorrisi. Una volta approvato sarà disponibile on line.