L’antica tradizione delle croci nelle campagne marchigiane

Sono tante le tradizioni alle quali i marchigiani sono particolarmente legati. Conosci l’usanza di piantare le croci benedette nelle campagne? Tradizione molto antica tramandata e particolarmente sentita in campagna.

Nella campagna sono nata e cresciuta e per questo mi piace ricordare e far rivivere queste tradizioni con la speranza che non vengano mai perdute.

Croci nelle campagne marchigiane - Foto di Ivo Serra
Croci benedette nelle campagne marchigiane – Foto di Ivo Serra

Perché vengono piantate le croci benedette?

E’ un’antichissima tradizione contadina. Le croci fatte di canna con rametti di ulivo benedetti la Domenica delle Palme o durante la festa di San Pietro il 29 Aprile, vengono piantate in ogni appezzamento di terreno recitando una preghiera a protezione del raccolto, dalla grandine e dalle intemperie e vengono lasciate in genere nei campi fino alla mietitura  del grano. Terminata la mietitura le croci si depongono sopra i pagliai.

Il contadino affida in questo modo i propri campi e il suo lavoro nelle mani del Signore.

Croci nelle campagne marchigiane – Foto di Ivo Serra

Quando si piantano le croci nelle campagne?

Il 3 Maggio è la festa della Santa Croce ed è all’alba e a digiuno che il contadino pianta nel suo terreno le croci adornate con dei ramoscelli d’ulivo benedetti. Ancora oggi in tanti territori delle Marche questa tradizione viene rispettata e portata avanti. Chi non ha un terreno pianta le croci nell’orto come simbolo di affidamento e protezione del cielo.

Non solo nelle Marche ma anche in altri territori dell’Italia questa tradizione viene ancora portata avanti dagli agricoltori.

Ed ora quando guarderai le dolci campagne marchigiane e ti troverai davanti ad una immensità di campi coltivati e noterai delle croci fatte di canne, sappi che sono le croci di canne benedette che l’agricoltore pianta per affidare il suo terreno a chi ci protegge dall’alto.

 

Proverbi e detti popolari legati alla Festa della Santa Croce 

“Se pioe de Santa Croce addio fichi e noce!”

Se piove il giorno di Santa Croce addio fichi e noci

“Sanda Croce non ze taja e non ze cosce!”

Il giorno di Santa Croce non si taglia e non si cuce

tradizione croci benedette nelle marche
Croci nelle campagne marchigiane – Foto di Ivo Serra

Se ti è piaciuto l’articolo e l’hai trovato utile condividilo con i tuoi amici e se vuoi passa a trovarmi più spesso. Se metti un like alla mia pagina Facebook  ti porterò con noi a spasso per le Marche e per il Mondo!

Un ringraziamento particolare ad Ivo Serra per le sue foto. 

Per saperne di più

Scopri altre tradizioni nelle Marche

Leggi le Leggende delle Marche

Leggi anche 10 cose da non perdere nelle Marche

 

Ti potrebbe interessare...

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Il Tuo commento una volta scritto, verrà moderato da Viaggi e Sorrisi. Una volta approvato sarà disponibile on line.