L’Eremo di San Marco, una meraviglia aggrappata alla roccia

Siamo ad Ascoli Piceno, la città del travertino e oggi ti voglio far conoscere un luogo assolutamente da non perdere, l’Eremo di San Marco.

eremo di san marco ascoli piceno

Devi sapere che il territorio di Ascoli è prevalentemente collinare e proprio a Sud della città si trova il massiccio altopiano calcareo di travertino del Colle San Marco, estrema propaggine della Montagna dei Fiori. Caratterizzato da una ricca e variegata vegetazione, il Colle San Marco racconta la storia di Ascoli Piceno da diversi punti di vista ed è stato da sempre meta privilegiata di monaci e anacoreti per periodi di meditazione e preghiera

Qui c’è un luogo incredibile aggrappato alla roccia e immerso nella natura veramente unico, l’Eremo di San Marco!

La Storia dell’Eremo di San Marco

Furono i monaci cistercensi agli inizi del XIII secolo a costruire l’Eremo. Nel 1289 Papa Niccolò IV diede ancora più importanza al luogo concedendo l’indulgenza plenaria a coloro che fossero andati in visita all’Eremo di S. Marco de Vena nel giorno della ricorrenza dell’evangelista.

Nel 1387 con il passaggio di proprietà ci fu la trasformazione in chiesa e venne eretta la torre campanaria per assumere la forma rimasta immutata fino ai giorni nostri.

L’edificio è costituito da due locali sovrapposti, comunicanti mediante una scala appoggiata alla roccia.

All’interno dell’Eremo è possibile rinvenire ancora oggi tracce dei primitivi affreschi eseguiti dai monaci sulle pareti e sulla volta del locale inferiore. Inutile dire che il panorama che si può ammirare dall’Eremo è semplicemente impagabile!

Informazioni utili per la visita

Per visitare l’interno dell’Eremo è necessario prenotare in anticipo ed effettuare una visita con guide abilitate.

Come arrivare all’Eremo di San Marco

Per raggiungere l’Eremo di San Marco ci sono due stradine, ti consiglio di percorrere il sentiero con scarpe da trekking per evitare di scivolare.

Il primo sentiero parte da Colle San Marco e l’altro dalla Frazione di Piagge, percorsi simili per durata e difficoltà, devi solo decidere se prima preferisci salire o scendere.

Io ti consiglio di partire dal cimitero di Piagge, lasciare l’auto e iniziare il percorso che in meno di 20 minuti ti porterà all’Eremo.

Se preferisci partire da Colle San Marco trovi a questo link il punto di partenza del sentiero. Anche da qui sono circa 25/30 minuti.

Ad un certo punto in mezzo alla fitta vegetazione troverai un’imponente scalinata in pietra, sei arrivato all’Eremo.

Prima di salire i gradini si può raggiungere il punto panoramico dal quale è possibile ammirare l’Eremo di San Marco in tutto il suo splendore.

L’Eremo di San Marco è ben visibile anche da piazza del Popolo nel centro storico di Ascoli Piceno!

Ho avuto il piacere di scoprire questo luogo affascinante durante l’ultima tappa del Grande Anello dei Borghi Ascolani. 

 

Se ti è piaciuto l’articolo e l’hai trovato utile condividilo con i tuoi amici.

Segui le avventure di Viaggi e Sorrisi su Facebook e Instagram!

 

Per saperne di più

Scopri gli Eremi delle Marche

Scopri altri interessanti itinerari in provincia di Ascoli Piceno

Ti potrebbe interessare...

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Il Tuo commento una volta scritto, verrà moderato da Viaggi e Sorrisi. Una volta approvato sarà disponibile on line.