10 cose da non perdere nelle Marche

Cosa fare e vedere nelle Marche?

Ti stai ponendo questa domanda perché stai per arrivare in questa bellissima regione e vuoi scoprirne tutte le meraviglie? Benvenuto nel mio angolo virtuale dove cerco di raccontare tutti i luoghi delle Marche passando attraverso le tradizioni, i sapori, i profumi e la gente del luogo.

Devi sapere che “le Marche” è l’unica regione al plurale e parla al plurale anche quando si tratta di meraviglie.

Lo sapevi che nelle Marche in pochi minuti puoi passare dal mare ai monti, dalle colline alla campagna, dai laghi ai fiumi? Ho provato a riassumere qui tutte le meraviglie da non perdere in questa regione!

cosa fare ponte 25 aprile 1 maggio nelle marche
La Sibilla e la Primavera – Photo Credit Cinzia Mariani

Ecco come organizzare la vacanza nelle Marche 

10 cose da non perdere nelle Marche 

1 – Perdersi tra i Monti Azzurri, i Monti Sibillini

“E che pensieri immensi,
Che dolci sogni mi spirò la vista
Di quel lontano mar, quei monti azzurri,
Che di qua scopro, e che varcare un giorno
Io mi pensava, arcani mondi, arcana
Felicità fingendo al viver mio!
Ignaro del mio fato, e quante volte
Questa mia vita dolorosa e nuda
Volentier con la morte avrei cangiato.”

Giacomo Leopardi

I Sibillini, i Monti Azzurri, te li ho fatti presentare da uno dei personaggi più noti della nostra terra, Giacomo Leopardi. Il Giovane Favoloso li chiamava proprio i Monti Azzurri perché guardandoli da lontano le loro cime rivolte verso il cielo assumono una sfumatura color turchino che li rende ancora più meravigliosi.

Il Lago di Pilato Monti Sibillini
Il Lago di Pilato Monti Sibillini – Photo Credit Enzo Torelli

I Monti Sibillini sono immersi in mondo magico ricco di storia e leggende, dove regnano fate e folletti. Qui potrai arrivare fino al Lago di Pilato, attraversare le Gole dell’Infernaccio, entrare nella Grotta del Diavolo oppure incontrare la Regina Sibilla. Nei Monti Azzurri la magia e il mistero partono proprio dai nomi, qui storia e leggenda si mescolano da sempre dando vita a pura meraviglia. Ecco, se arrivi nelle Marche non puoi perderti uno dei sentieri immersi nei Monti Sibillini e una volta che li avrai conosciuti pure tu sarai stregato dalla Sibilla che ti farà tornare mille altre volte.

Per scoprire sentieri e luoghi dei Sibillini ti invito anche a visitare il sito www.sibillini.net

Scopri anche i miei itinerari nei Sibillini

Mucche al pascolo nei Sibillini – Photo di Cinzia Mariani

2 – Scoprire ogni angolo della Riviera del Conero

La Riviera del Conero è una cornice meravigliosa immersa nel verde della natura con l’azzurro del mare che si mescola con quello del cielo. Una distesa di bianche spiagge ancora incontaminate e tutte da scoprire.

Dalle spiagge più solitarie e selvagge a quelle più accessibili e attrezzate, che ne dite di andare a scoprire le spiagge più belle del Conero?

Che ne dici di andare alla scoperta delle spiagge più belle della Riviera del Conero? 

le spiagge più belle della riviera del conero marche
Uno scorcio della Riviera del Conero

Dalla selvaggia e incontaminata Spiaggia delle 2 sorelle, all’incantevole baia verde di Portonovo sono davvero tante le spiagge da non perdere del Conero.

Per non parlare dei borghi immersi tra il verde e il mare, sono assolutamente da visitare  Numana, la Signora del Conero, (leggi anche 10 cose da non perdere a Numana) e Sirolo, borgo affascinante incastonato nel verde del Parco del Conero (leggi anche 5 cose da non perdere a Sirolo).

La spiaggia di San Michele Sirolo
La spiaggia di San Michele a Sirolo

Devi sapere inoltre che il Monte Conero offre agli appassionati di trekking e passeggiate davvero tante possibilità. Immerso tra il verde della natura e l’azzurro del mare potrai percorrere uno dei 18 sentieri a piedi, in bici o se preferisci a cavallo.

Scopri la tanti altri interessanti itinerari nella Riviera del Conero

Scopri i Borghi da vedere nella Riviera del Conero

 

 

3 – Entrare nel cuore delle Grotte di Frasassi e raggiungere il Tempio del Valadier

Se vieni nelle Marche in vacanza una visita alle Grotte di Frasassi è d’obbligo! Ti sto parlando di uno dei più affascinanti spettacoli della natura, meraviglia delle meraviglie. Le Grotte di Frasassi sono un esempio di cosa la natura nel corso dei millenni è riuscita a creare. La visita guidata all’interno di queste grotte è un percorso che si snoda per quasi 2 km e si conclude con un altro incanto della natura, la “sala Bianca”. Insomma uno spettacolo da togliere il fiato. Il percorso e la visita sono assolutamente consigliati a tutti, grandi e bambini.

Se sei nella zona di Genga non fare soltanto una sosta alle Grotte perché c’è ancora altro da fare e vedere. Hai mai sentito parlare del Tempio del Valadier, la chiesa nella Roccia? Altro luogo davvero imperdibile della zona che si raggiunge con un pizzico di fatica ma che merita assolutamente una visita.

Tempio del Valadier

Permettimi anche di consigliarti una visita all’ Abbazia di San Vittore delle Chiuse, un luogo magico dove la pietra dona una sensazione di purezza e ha un profumo antico. L’Abbazia è immersa tra le montagne che la stringono in un abbraccio così forte tanto che anche il nome “delle Chiuse” sembra che derivi proprio dal fatto che l’Abbazia è racchiusa tra i monti.

Per saperne di più leggi anche 5 cose da non perdere a Genga 

Abbazia di San Vittore - Frasassi
Abbazia di San Vittore – Genga

4 – Far visita alla Santa Casa della Madonna a Loreto

Loreto è uno dei luoghi più visitati nelle Marche ed ogni anno tantissimi pellegrini arrivano qui a rendere onore alla Madonna da ogni parte del mondo. Loreto custodisce all’interno della sua Basilica uno dei tesori più preziosi della cristianità, la Santa Casa di Maria di Nazareth. Furono gli Angeli a trasportarla prodigiosamente fino a Loreto il 10 Dicembre 1294.  Quando entrerai in questo luogo fallo in silenzio, sentirai la spiritualità che regna nella casa, immergiti nella preghiera e potrai sentire una grande emozione nel cuore e nell’anima.

loreto piazza della madonna

 

Per scoprire più da vicino i segreti della Basilica e ammirare il panorama che si gode da questo Santuario che è una vera e propria cittadella della Fede ti consiglio di salire fino ai camminamenti di ronda che venivano utilizzati in passato per osservare il mare e prevenire gli attacchi dei nemici. Salendo fino ai camminamenti oltre che ammirare un panorama mozzafiato avrai la possibilità di scoprire e “toccare con mano” l’architettura che regge il Santuario scoprendone misteri e segreti.

Leggi anche 5 cose da non perdere a Loreto

loreto da fare e vedere

5 – Scoprire i borghi più belli delle Marche

Pensa che le Marche hanno ben 23 borghi che vantano il titolo di Borghi più belli d’Italia. Dal mare alla collina fino ad arrivare ai monti ecco i borghi più belli delle Marche.

I borghi più belli delle Marche sul mare: Grottammare, Torre di Palme

I borghi più belli delle Marche in collina: Cingoli, CorinaldoGradara, Mondavio, Mondolfo, Montecassiano, Montecosaro, Montefabbri, Montefiore dell’Aso, Montelupone, Moresco, Offagna, Offida, San Ginesio, Sassoferrato, Servigliano, Treia.

Montelupone (MC) uno dei borghi più belli delle Marche
I borghi più belli delle Marche in montagna: Frontino, Macerata Feltria, Monte Grimano Terme, Sarnano, Visso.
Oltre a questi borghi merita sicuramente una visita Elcito, il Tibet delle Marche, uno di quei luoghi dove il tempo si è fermato e dove regna una pace che ti fa stare bene.
Altro luogo che mi ha affascinato per il suo panorama a 360° è Smerillo. Un piccolo borgo immerso tra i Sibillini, qui ci si perde tra il cielo, la natura e il mare. Smerillo è anche chiamato il Tetto delle Marche.
Smerillo da vedere
Il paesino di Smerillo

6 – Visitare le città delle Marche

Le Marche custodiscono un immenso patrimonio culturale da poter scoprire, conoscere e ammirare.

Troverai nelle Marche alcune città d’arte ricche di storia arte e cultura, vuoi qualche nome?

Partendo da Sud:

Ascoli Piceno la città del travertino con la sua meravigliosa piazza, una delle più belle d’Italia

Fermo e le cisterne romane

Macerata la città della lirica e dello Sferisterio

Macerata Granne!

Ancona la città dorica

Pesaro e il suo grazioso centro storico

Urbino città patrimonio dell’Unesco

Come non menzionare tra le città da non perdere nelle Marche anche Recanati e il suo Colle dell’Infinito, tanto caro al nostro Leopardi?

Non vorrei inoltre dimenticare alcune cittadine forse meno note come mete turistiche ma non meno affascinanti come ad esempio:

Fano la città della Fortuna

Jesi la città di Federico II

palio di san floriano jesi

San Severino Marche e i suoi castelli

San Severino Marche
San Severino Marche – Photo Credit William Tallevi

Fabriano la città della Carta

Insomma le città delle Marche sono una più bella delle altre, non ti rimane che scoprirle tutte per decidere la tua preferita ecco la mia … la città più bella delle Marche 

Leggi anche Le città da visitare nelle Marche

7 – Ascoltare la quiete delle Abbazie ed Eremi  delle Marche

Sono davvero tante le Abbazie delle Marche che meritano una visita e che rappresentano un patrimonio artistico ed architettonico molto importante per la nostra Regione.

Te ne elenco alcune che secondo me sono davvero imperdibili:

Queste solo per citare alcune delle Abbazie più belle delle Marche senza dimenticarci di alcuni eremi di una bellezza unica come l’Eremo dei Frati Bianchi di Cupramontana (An) e l’Eremo di Monte Giove di Fano (Pu) per arrivare fino al Tempio di Valadier, anche questo uno dei luoghi assolutamente da vedere nelle Marche.

eremo di monte giove a fano
Eremo di Monte Giove – Foto di Massimo Radi Operatore APR

Scopri anche altre Abbazie e Santuari delle Marche 

abbazia santa maria a pie' di Chienti
Abbazia Santa Maria a Pie’ di Chienti

8 – Ammirare i Musei delle Marche 

Mare, monti, colline, borghi, città, ma le Marche sono anche un concentrato di storia, cultura e tradizione custodite anche nei tantissimi musei presenti in tutto il territorio. Non andateci solo quando piove perché alcuni sono davvero belli, interessanti e curiosi e meritano una visita.

Eccone alcuni da vedere:

Uno dei pezzi del Museo dei Mestieri in Bicicletta di Fabriano

Se sei in cerca di un museo da visitare ti invito a cercare qui  Musei delle Marche 

Se poi siete degli appassionati di rocche e castelli davvero nelle Marche c’è solo l’imbarazzo della scelta. Ti lascio solo 3 idee e consigli sui castelli da non perdere assolutamente almeno secondo me:

Rocca Roveresca di Senigallia
Rocca Roveresca di Senigallia

Scopri anche altre Ville e Castelli delle Marche

9 – Immergersi nella Gola del Furlo e vedere le Marmitte dei Giganti

Arrivare nelle Marche e perdersi lungo la Via Flaminia, l’antica via aperta nel 220 a.C. che portava da Roma a Rimini, nella parte che costeggia il fiume Candigliano, è una delle cose che ti consiglio di fare. Qui si trova l’affascinante Gola del Furlo.

Tra Acqualagna e Fermignano la Gola del Furlo appare come una valle pittoresca e suggestiva, formatasi in seguito a fenomeni erosivi tra i monti Pietralata e Paganuccio. Qui il fiume Candigliano si insinua tra strettissime gole sui cui picchi nidificano rapaci come l’Aquila Reale.

Al fianco della strada anche un percorso pedonale attraverso la quale è possibile godersi la zona passeggiando, magari nelle ore serali o nelle prime ore del mattino evitando il sole cocente. Lungo il corso del fiume si trova anche un vasto parco verde dove fermarsi per un picnic o provare il percorso avventura.

Da non perdere una visita anche alle Marmitte dei Giganti. Le Marmitte dei Giganti è il nome dato al piccolo canyon che si vede affacciandosi dal ponte di Diocleziano (o ponte dei Saltelli).  Per vedere questo spettacolo naturale basta arrivare nella zona di Fossombrone ed ammirare la profonda forra, un piccolo canyon.

Le Marmitte dei Giganti presentano ripide pareti verticali per un’altezza massima di 30 mt sopra il livello del fiume e di 17,50 mt sotto. La larghezza massima tra le due sponde è di 13,20 mt, quella minima di poco più di un metro. Il canyon si presenta come una spaccatura della crosta terrestre che mette a nudo una storia geologica di ben 140 milioni di anni.

L’ideale sarebbe partecipare ad un’escursione con canoa o kayak e avventurarsi nel meraviglioso scenario naturale delle Marmitte dei Giganti.

Le Marmitte dei Giganti Fossombrone
Escursioni in Kayak alle Marmitte Photo – Credit Angela Bernabucci

Per saperne di più leggi Le Marmitte dei Giganti il canyon del Metauro

10 – Godersi le spiagge delle Marche 

Sono 16 (nel 2018) le spiagge marchigiane insignite del prestigioso titolo di “bandiera blu”.

nell’Anconetano: Senigallia, Ancona, Numana e Sirolo;

nell’AscolanoCupra Marittima, Grottammare e San Benedetto del Tronto;

nel FermanoFermo, Pedaso, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio;

nel MacerateseCivitanova Marche e Potenza Picena;

nel PesaresePesaro, Fano e Mondolfo.

spiaggia sassi neri sirolo
Spiaggia Sassi Neri – Photo Credit Gianluca Brizi

Località che hanno ottenuto questo importante riconoscimento grazie alla qualità delle acque, ma non solo.

C’è una zona che porto particolarmente nel cuore e che fa innamorare ogni anno tanti ma tanti viaggiatori, il litorale della Riviera del Conero.

Un litorale meraviglioso e una sorprendente cornice di verde e azzurro che si fondono e regalano scorci da favola. A sud di Ancona troverai una distesa di bianche spiagge  ancora incontaminate.

Per scoprire le spiagge da non perdere leggi anche le spiagge più belle della Riviera del Conero .

Per le famiglie con bambini assolutamente consigliata una vacanza a Senigallia la spiaggia di velluto.

Cosa fare e vedere nelle Marche con bambini

Se come noi girovagate con bambini a bordo, le Marche hanno davvero tanto da offrire anche ai più piccini.

Dai piccoli borghi alle città, dai parchi alla natura, dalle spiagge fino ai monti… insomma ce ne sono per tutti i gusti di cose da fare e vedere nelle meravigliose Marche.

Per saperne di più ti invito a leggere Cosa fare e vedere nelle Marche con bambini

Cosa mangiare nelle Marche

Luoghi meravigliosi, panorami mozzafiato, campagne variopinte, ma lo sapevi che nelle Marche si mangia anche benissimo?

Eccoti un motivo in più per venire a trovarci!

Ti consiglio anche alcune specialità assolutamente da assaggiare:

  • i Vincigrassi, un particolare tipo di lasagne molto più ricche e condite che si mangiano soprattutto nel maceratese.
  • il Ciauscolo, un salume tenero e spalmabile che arriva da Visso e si può assaggiare in tutto l’entroterra Maceratese. Il ciauscolo è stata la mia nutella da bambina!
  • il Coniglio in Porchetta
  • le Olive all’ascolana, un’oliva tenera ripiena di carne macinata, impanata e poi fritta. Specialità da assaggiare nel territorio del Piceno.
  • I Maccheroncini di Campofilone, nuna pasta all’uovo molto apprezzata in ogni parte del mondo, spaghetti finissimi da degustare con un ricco ragù di carne.
  • il Brodetto, da assaggiare a Porto Recanati, Ancona, San Benedetto, Fano e Porto San Giorgio. Se amate il pesce e visitate Ancona non perdetevi anche il delizioso Stoccafisso all’anconetana
  • i Passatelli, un piatto tipico dell’Emilia Romagna, ma la ricetta è molto nota anche nelle Marche e nella zona del pesarese, devi assolutamente assaggiare i passatelli al tartufo!
  • la Crescia, acqua, farina latte e lievito di birra impastati e cotti sulla griglia danno vita alla crescia ancora più gustosa se farcita con erbe di campo a e salumi.

 

Naturalmente questa carrellata di piatti tipici viene arricchita da tanti altri piatti esclusivamente locali che potrai scoprire in ogni borgo, città o paese delle Marche.

Per saperne di più sulla cucina marchigiana ti invito a visitare anche la sezione dedicata alle Ricette de la Vergara 

Li vincisgrassi
Li Vincisgrassi

Eventi da non perdere nelle Marche 

Dalle rievocazioni storiche alle sagre, dalle fiere dedicate al patrono agli eventi culturali sono davvero tanti gli eventi che ogni anno animano le Marche in ogni periodo dell’anno.

Difficile fare una lista, sarebbe davvero infinita e in continuo divenire, ma ti invito a consultare nella mia home page tutti gli eventi delle Marche o collegarti a questo link, inserire il periodo desiderato e selezionare gli eventi più interessanti  Ricerca Eventi

Se arrivi nelle Marche a Luglio ti consiglio di controllare il calendario di Risorgimarche, e assistere almeno ad uno dei concerti ad ingresso libero. Risorgimarche è il festival della rinascita dei territorio colpiti dal sisma, tanti concerti nei prati più belli dei Sibillini che vengono raggiungi a piedi da tutti gli spettatori.

RisorgiMarche è molto più di un festival.
È un modo per regalare entusiasmo, emozione e senso di comunità a tutte le persone colpite dal terremoto.
È un modo per godere di questa terra, camminando, prendendosi il proprio tempo e gettando lo sguardo verso le tante bellezze che delineano una regione veramente plurale.
È un modo per assaporare i prodotti creati con assoluta maestria da allevatori e agricoltori.
È un modo naturale di fare musica, con artisti e pubblico insieme su un prato, alla luce del giorno.
RisorgiMarche è soprattutto il desiderio di aggregare pensieri, parole ed anime…

Eccoti 5 motivi per partecipare a Risorgimarche

Se invece sei un appassionato di rievocazioni storiche ho preparato per te questa guida che raccoglie tutti gli eventi da non perdere nella regione Rievocazioni storiche nelle Marche.

marche cosa vedere e fare
Le meravigliose campagne marchigiane – Photo Credit Paolo Mancini

Per saperne di più

Scopri la Riviera del Conero

Scopri i borghi delle Marche

Scopri le città delle Marche

Scopri le meraviglie delle Marche

Ti potrebbe interessare...

2 Commenti

  1. Flavio dice

    Parto domani con mia moglie per le Marche.
    Il tuo sito è davvero bello e sicuramente sarà di riferimento per questa breve vacanza che faremo.
    Grazie!!

    1. viaggiesorrisi dice

      Grazie di cuore Flavio e buona vacanza a Voi nelle meravigliose Marche😉. Se necessiti ancora di qualche consiglio scrivimi pure! W le Marche

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Il Tuo commento una volta scritto, verrà moderato da Viaggi e Sorrisi. Una volta approvato sarà disponibile on line.