Il Museo di Federico II a Jesi. Un tuffo nella storia dell’Imperatore Stupor Mundi

di Marta Mancini
federico ii imperatore museo a jesi

Lo sapevi perché Jesi vanta il titolo di Città Régia?

Il 26 Dicembre 1194 proprio qui nacque da Costanza d’Altavilla, in viaggio con il marito Enrico VI verso il Sud d’Italia, l’imperatore Federico II di Hohenstaufen, uno dei più grandi sovrani del Medioevo europeo. Benché le fonti del tempo non precisino il luogo esatto della sua nascita, alcuni storici locali hanno sostenuto che Federico II  nacque proprio nei pressi di un padiglione innalzato davanti alla cattedrale del Duomo jesino, alla presenza di diversi testimoni, per fugare ogni dubbio sulla maternità del neonato vista l’avanzata età della mamma.

jesi città regia federico ii

Sarà lo stesso Federico a riconoscere in una famosa lettera i propri natali jesini e a conferire alla città natale il titolo di “Città Régia”.

E dal 1 Luglio 2017 Jesi ha dedicato al suo Imperatore Federico II Hohenstaufen, Re di Germania e di Sicilia e Imperatore del Sacro Romano Impero un meraviglioso museo multimediale.

federico ii museo jesi

La Storia del Museo Federico II

Il Museo è stato istituito dalla Fondazione Federico II Stupor Mundi con l’importante contributo di Gennaro Pieralisi e di Fondazione Marche in collaborazione con il Comune di Jesi, la Fondazione Pergolesi Spontini, la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, la Fondazione Federico II Hohenstaufen e la Regione Marche.

stupor mundi federico ii

Per chi ama la storia la visita al museo è un’esperienza da non perdere. Non ti troverai davanti al solito e classico museo con reperti storici ma farai un viaggio nella storia attraverso un’esperienza multimediale particolare davvero interessante, tanto che anche i più piccini saranno completamente catturati da video, immagini e storie di dame e cavalieri, battaglie e conquiste.

jesi museo federico ii stupor mundi

I miei bambini hanno osservato ogni angolo di questo museo con tanta curiosità e attenzione e al passaggio da una sala all’altra (sono 16 le sale del museo)  seguiva un’esclamazione di questo genere:

Wow che bello! Mamma guarda i soldati! Ma che meraviglia!

Sfruttando la tecnologia multimediale questo museo permette di percorrere le fasi storiche che hanno visto protagonista l’imperatore Federico II di Svevia.

Animazioni e filmati presentano, senza annoiare mai neanche i bambini, il grande personaggio ed il suo tempo. Insomma questo è davvero un museo da non perdere!
Non ti anticipo altro ma ti raccomando solo di assistere a questa lezione di storia unica!

museo federico ii jesi

Come raggiungere il Museo Federico II

 

Per chi arriva dall’ autostrada A14 Bologna – Taranto l’uscita consigliata è Ancona Nord (casello a 16 Km) poi si prosegue prendendo la superstrada S.S. 76 direzione Ancona -Roma uscita Jesi Centro.

Il museo è situato nel cuore del centro storico di Jesi in Piazza Federico II, ospitato in uno dei palazzi storici della città, Palazzo Ghislieri.

L’indirizzo esatto è il seguente:

Palazzo Ghislieri Piazza Federico II, 3 – 60035 Jesi (AN)

Se vuoi scoprire cosa altro vedere nella città regia leggi anche 10 cose da non perdere a Jesi

Ricordati di cliccare mi piace alla pagina Facebook Viaggi e Sorrisi e seguirai le nostre avventure in 4 a spasso per le Marche e per il Mondo.

palazzo ghislieri

Informazioni utili Museo Federico II – Jesi

Orario 
Lunedi Chiuso;
Martedì mercoledì e domenica h 10-14 e 16 -20;
Giovedì venerdì e sabato h 10-14 e 16 -24
Biglietti
  • Intero: € 7
  • ridotto: € 5 (6-25 anni, gruppi di almeno 15 persone, insegnanti, scolaresche)
  • Famiglia € 19,00
  • GRATUITO: under 6, giornalisti iscritti all’albo e guide turistiche nell’esercizio della   propria attività professionale, disabili con accompagnatore, soci Icom.

Telefono: 3487757859 – 0731084470

Aggiornato a Luglio 2020

federico ii imperatore museo a jesi

Per saperne di più

Visita il sito www.federicostupormundi.it

Scopri 10 cose da non perdere a Jesi

Scopri altri Musei delle Marche

Scopri altri Musei delle Marche da vedere con bambini

 

Potrebbe interessarti