Chioggia 2017. Un torneo BCC da ricordare!

di viaggiesorrisi

Oggi è lunedì e faccio più fatica del solito ad alzarmi dal letto e chissà perché…

Stamattina quando i bimbi che ci hanno raggiunto nel lettone alle prime luci del giorno e mi si sono buttati sopra mi hanno ricordato le battaglie e i dolori sparsi per tutto il corpo mi fanno male anche le sopracciglia!!!

Come lo scorso anno voglio raccontarti qualche attimo e momento del torneo Bcc.

Un appuntamento fisso nel mio calendario e in quello di tanti colleghi delle BCC (Banche di Credito Cooperativo) provenienti da tutta Italia. Oggi voglio rinnovare questa tradizione così che i ricordi ben nitidi e impressi nella mia memoria non vadano persi con il passare del tempo.

4 giorni intensi, pieni di emozioni, abbracci, incontri, scontri e sorrisi.

Ad accoglierci a Chioggia la Bcc Patavina e la solida organizzazione attenta di Iccrea.

Chioggia mi ha stupito ed è stata davvero una piacevole scoperta. Ne avevo sentito parlare ma non pensavo mica fosse così bella ed accogliente, sicuramente ci torneremo da turisti.

Rilassante anche dopo tante partite la passeggiata alla Diga ammirando il tramonto … piacevoli la passeggiata lungomare, affascinante l’isola dove abbiamo giocato, tanto che tra una partita e l’altra non ho potuto fare a meno di rispondere di sì al mio bimbo…

“Mamma che ne dici di andare a vedere le barche?”

Non posso raccontarti molto altro di Chioggia perché davvero non abbiamo avuto modo di viverla in quanto i ritmi del torneo sono stati davvero intensi e comunque era bello la sera ritrovarsi tutti insieme all’aria aperta davanti ad un bel piatto di pesce e un buon bicchiere di vino che, si sa, rende tutto più semplice e leggero.

Il nostro obiettivo era quello di migliorare la prestazione dello scorso anno, ambizioso quindi (ndr a Lanciano ci avevano separato dalla coppa solo quei maledetti rigori), ma una Bcc di Roma composta e determinata e quei due gol di Laura “Lelly Kelly” Leli ci hanno negato il coronamento di un sogno e la conquista de “lu tavelì” (direbbe “qualcuna” per indicare la coppa)!

Finale femminile…Bcc Picena – Bcc di Roma Photo Credit Torneo Bcc

Alla fine della partita quando il mio bimbo si è avvicinato e mi ha chiesto se avevo segnato e avevamo vinto la coppa, mi è rimasto il cuore in mano, quello che non è bastato per vincere contro Roma…e sono riuscita a stento a trattenere le lacrime!

“Non abbiate paura di sognare cose grandi!”

Ci dice Papa Francesco… e così che la Bcc Picena maschile è diventata la squadra rivelazione.

Ed è anche la stessa Bcc di Roma, quella maschile, a farne le spese e a tornare a casa eliminata da una Picena da brividi, un’ impresa storica dei nostri ragazzi!

Se la meritano la coppa i nostri maschietti, se la meritano per la grinta, se la meritavano per il cammino fatto, se la meritavano davvero… che peccato!

Si sa, alla fine vince solo una squadra e allora onore e applausi anche ai vincitori …

E noi nonostante la delusione continuiamo a cantare:

“Picenaaaa lalalalala…”

Il nostro numero 1….oh Sciamanna oh Sciamanna…ma quanto sei forte?

 

E anche Samuele continua a cantarla la sera prima di addormentarsi beato…Picena Picena lalalalala…

Dicono che:

“Puoi imparare una riga dalla vittoria e un libro dalla sconfitta.”

avremo da leggere per il prossimo anno e torneremo ancora più agguerriti!

Io da parte mia, oltre che leggere, se la piccola si stacca un pochino, prometto di rimettere gli scarpini prima del torneo e di fare qualche allenamento così magari le gambe reggono fino alla fine.

Tornando a casa, per distrarre i piccolini e rendere il viaggio più gioioso abbiamo inserito la compilation della baby dance e alla strofa…

“Se sei felice e tu lo sai batti le mani…”

non ho potuto far altro che battere le mani e sorridere ringraziando di tutte le cose belle vissute in questi giorni … gli abbracci, gli incontri, i sorrisi, quelli non si cancellano mai…grazie davvero di tutto ad ogni persona incontrata in questo torneo, grazie per averlo reso speciale…

Le mie adorate “Ginesie” e Mister Speca

 

Grazie di cuore alle mie adorate “Ginesie”!

Grazie ai miei fantastici compagni di avventura per le tante emozioni!

Grazie Bcc Picena, amici, tifosi, bambini, mogli e mariti!

Grazie agli avversari che hanno reso bella e appassionante la competizione!

Grazie al nostro Mister che non ha riportato a casa la vittoria, ma ben due finali, mitico Spalletti!

Grazie ai miei primi, unici e speciali tifosi, vi amo!

Grazie a tutta l’organizzazione!

Grazie a chi ci ha ospitato!

Insomma per non dimenticare nessuno grazie di cuore a tutti!

Ci hanno regalato un aquilone e ora proviamo a volare ancora più in alto…

Ma non mi dite che devo aspettare ancora un anno per rivivere tutto questo altrimenti mi prende solo tanta ma tanta nostalgia.

Quel motto:

“BCC differenti per forza!”

alla fine non credo sia soltanto una frase buttata lì, ma la pura realtà!

 

Arrivederci a tutti al prossimo anno… in notturna mi raccomando, il caldo di questi giorni è stato davvero micidiale!

In copertina la Bcc Picena e non me ne vogliano i vincitori…

Noi ci sentiamo presto con qualche altra avventura in giro per le Marche e per l’Italia. Se ti va seguimi anche su Facebook cliccando mi piace alla mia pagina Viaggi e Sorrisi!

Potrebbe interessarti