Pasqua nelle Marche gli eventi da non perdere

Nelle Marche le tradizioni hanno ancora una grande importanza e scandiscono i momenti dell’anno legate alle festività religiose.

Celebrando la Pasqua ed in particolare la Passione di Cristo sono tanti gli eventi che ci fanno rivivere questo momento con solennità antica.

Andiamo a scoprire insieme quelli assolutamente da non perdere.

Processione a Ripatransone – Photo Credit Alessandro Barbizzi

La Turba di Cantiano

La Turba si celebra a Cantiano, un borgo in provincia di Pesaro Urbino. L’evento è una sorta di rievocazione storica che nasce intorno al XIII secolo a seguito di movimenti popolari che si diffusero in tutta l’Italia centrale.

Il nome Turba deriva dalla “turba di persone”, un insieme di uomini e donne di ogni età che, stanche delle continue lotte tra guelfi e ghibellini, si riunirono in processione  invocando pace e fratellanza e la santa intercessione della Vergine Maria Madre di Dio. Anche Cantiano accolse la “turba” di penitenti uniti in processione e accompagnati da canti e preghiere che percorsero a piedi tutta l’Italia e l’Europa.

A Cantiano la Passione rivive ancora oggi con una spettacolare teatralità, che trasforma tutto l’abitato in un palcoscenico a cielo aperto.

La Turba si svolge nella sola serata del Venerdì Santo con inizio alle 20:00 e con qualunque condizione atmosferica.

Quando: il Venerdì Santo

Per saperne di più www.laturbadicantiano.it

La Morte del Giusto Loreto

Centinaia di figuranti e persone in costumi d’epoca partecipano alla rappresentazione La Morte del Giusto di Loreto.

A Loreto vengono rivissuti ogni anno gli ultimi attimi di vita di Gesù, alla maniera delle tragedie greche, per offrire una sacralità ancora più intensa all’evento.

Dalle pendici del Colle Lauretano, in località Val Musone, il corteo sale fino alla Basilica della Santa Casa di Loreto ripercorrendo tutte le tappe principali della Passione.

 

Quando: il Venerdì Santo

Per saperne di più: www.lamortedelgiusto.it

Scopri anche 5 cose da non perdere a Loreto

La Basilica di Loreto
La Basilica di Loreto


La Rassegna Internazionale del Canto Rituale della Passione di Polverigi

Un evento unico nel suo genere si svolge nel periodo pasquale a Polverigi.  Più di duecento cantori e suonatori popolari, provenienti principalmente da tutte le Marche e dalle regioni limitrofe, invaderanno Polverigi e i comuni vicini proponendo il canto rituale di questua della Passione, come si faceva una volta, casa per casa, come augurio di benessere e di abbondanza, in cambio di cibo, vino ed offerte di denaro, destinati al pranzo che concludeva la festa.

Questa è una delle più belle e prestigiose tradizioni marchigiane e prende il nome di Rassegna Internazionale del Canto Rituale della Passione di Polverigi.

Tra i canti popolari di rilievo c’è il canto della “Passiò”, la Passione di Gesù, che viene eseguito da un suonatore di organetto e fisarmonica e da due “cantori” che eseguono una strofa ciascuno, accompagnandosi con il cembalo ed i timpani.

Quando:  la Domenica delle Palme

Il Cavallo di Fuoco di Ripatransone

A Ripatransone la prima Domenica dopo Pasqua c’è un grande spettacolo pirotecnico la cui tradizione risale al 1682.

Migliaia di persone da tutta Italia e non solo infatti, accorrono in questo borgo medievale per assistere a questa rievocazione storica che si tiene ogni anno nel giorno dell’Ottava di Pasqua. L’evento pirotecnico che prende il nome di Cavallo di Fuoco venne raccontato, in principio, dal Marchese Filippo Bruti Liberati che descrisse minuziosamente ciò che avvenne nel borgo di Ripatransone nel lontano 10 Maggio 1682, il giorno in cui, secondo la tradizione locale, tutto nacque quasi per caso.

pasqua nelle marche eventi
Cavallo di Fuoco – Photo Credit Alessandro Barbizzi

Un fuochista, incaricato di allestire la festa per l’incoronazione del simulacro della Madonna di San Giovanni, una volta terminato il suo compito, utilizzò le ceneri ed i fuochi rimasti per dare vita ad uno spettacolo goliardico, salendo in sella al suo destriero.

I cittadini di Ripatransone rimasero così affascinati dallo spettacolo che l’anno successivo decisero di rievocare l’evento. Nacque così una tradizione destinata a durare sino ai nostri giorni seppur con le opportune modifiche, come l’utilizzo di un cavallo di legno.

Per i cittadini, i ripani, il Cavallo di Fuoco è un emblema e un affetto, per i visitatori uno spettacolo suggestivo che ricorderanno sempre.

Quando: la prima Domenica dopo Pasqua

Per saperne di più: www.cavallodifuoco.com

cavallo di fuoco
Cavallo di Fuoco di Ripatransone – Photo Credit Alessandro Barbizzi

Queste che ti ho appena raccontato sono solo alcune delle tradizioni che legano le Marche alla solennità della Pasqua, ce ne sono tante altre in piccoli borghi e città che rendono la Pasqua un momento solenne di festa.

Ti auguro una Pasqua piena di amore, gioia e che il tuo cuore posso essere luminoso ogni giorno per rendere la tua vita e quella di chi ti è accanto un piccolo grande capolavoro!

pasqua nelle marche

Per saperne di più

Scopri 10 cose da non perdere nelle Marche

Scopri cosa fare a Pasquetta nelle Marche 

Scopri le ricette pasquali delle Marche

 

Ti potrebbe interessare...

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Il Tuo commento una volta scritto, verrà moderato da Viaggi e Sorrisi. Una volta approvato sarà disponibile on line.