Alla scoperta della grandezza di Gaspare Spontini

di viaggiesorrisi

Gaspare Spontini è ricordato come uno dei più grandi compositori italiani. Se non conosci la sua storia ti invito a dare un’occhiata alla sua biografia, ad ascoltare le sue opere. Per conosce più da vicino la sua grandezza e la sua bontà d’animo ti invito a passeggiare per le vie di Maiolati, Spontini per l’appunto, in onore di chi, nato e morto in questo luogo, l’ha amato e sentito proprio più di ogni altro (dal 1939 Maiolati diventa Maiolati Spontini proprio in onore del musicista).

gaspare spontini dedica a maiolati

Gaspare Spontini e il suo pensiero

Girando per le strade di questo paese non potrai non accorgerti di quanto esso debba al suo compositore che utilizzò tutti i suoi averi per arricchire la comunità. Un autentico tesoro quello che Gaspare Spontini e la sua amata consorte, Celeste Erard, con grande spirito filantropico, hanno voluto donare a favore e vantaggio soprattutto dei cittadini meno abbienti del paese. Le Opere Pie di Spontini non riguardano solo la creazione della casa di riposo (funzionante ancora oggi) e dell’attigua chiesa di San Giovanni, dove tra l’altro si trova la tomba monumentale del musicista, ma anche i locali del museo Spontini, l’ex-asilo infantile, la casa natale ora casa museo, la casa delle fanciulle e soprattutto lo splendido parco Colle Celeste oltre ad alcuni poderi agricoli. Insomma una vita fatta di musica e di solidarietà, di amore per la propria amata Celeste e di amore per il prossimo, di devozione profonda e di una religiosità autentica e concreta.

gaspare spontini finestra

La finestra voluta da Spontini nella Chiesa di S. Giovanni per vedere Gesù Cristo ogni istante dalla camera di casa sua

Museo Gaspare Spontini a Maiolati

Varcare la soglia della casa museo Gaspare Spontini è stato per me come entrare in punta di piedi nella sua vita, accompagnata dal dott. Marco Palmolella (conservatore del museo) che mi ha saputo raccontare con una passione unica e con una precisione ammirevole ogni tratto e ogni momento della storia di questo grande musicista.

fortepiano erard

Fortepiano conservato nella casa museo di Spontini

Il museo, ospitato nella casa voluta da Gaspare Spontini e Celeste Erard e adiacente all’Ospizio di Carità Spontini si divide in due parti, la prima legata alla vita di Spontini e al suo percorso artistico e la seconda legata invece alla sua vita materiale. Qui, il musicista Gaspare Spontini ha trascorso, con la moglie Celeste Erard, gli ultimi mesi della sua vita. E’ il luogo dove è morto Gaspare Spontini, è il luogo dove ha vissuto Celeste Erard anche dopo la morte del marito, che ha amato Maiolati in maniera così profonda da preferirla perfino a Londra.

 

Dopo diversi usi, in occasione del I centenario della morte, avvenuta nel 1851,  fu istituito il Museo Gaspare Spontini che ha raccolto quello che era rimasto dell’antica dotazione dell’abitazione.

La prima parte della visita, quella riguardante la storia artistica, è ricca di raccolte, partiture autografe, epistolari, edizioni a stampa della musica spontiniana, cimeli, quadri, ed è davvero interessante ascoltare le descrizioni della guida esperta che mi ha fatto scoprire passo dopo passo la carriera spontiniana suddivisa in tre periodi, quello italiano, al quale seguono quello francese e prussiano degli anni di Berlino. Diverse le opere di successo dello Spontini, qui ne elenco solo alcune:

  • il Milton nel 1804
  • La Vestale nel 1807
  • Fernando Cortez nel  1809 e
  • l’Olimpia nel 1819

Queste lo proietteranno ai più alti onori presso la corte di Napoleone prima e di Luigi XVIII poi. Tra tutte raccolse un grande successo  “La Vestale“, che fu replicata in poco tempo per oltre 300 volte nei maggiori teatri d’Europa.

Una sala del museo è dedicata agli strumenti di Gaspare Spontini, un fortepiano a coda ed un altro verticale, acquistati proprio dalla famiglia di Celeste Erard, moglie del compositore e figlia e nipote degli Erard costruttori di arpe e pianoforti.

I suoi strumenti, il salotto, la camera da letto, i ritratti di famiglia, alcuni dei costumi e oggetti personali rendono la parte del museo dedicata alla vita materiale del musicista ancora più interessante e coinvolgente.

La mia visita è terminata proprio davanti alla tomba di Gaspare Spontini che si trova nella vicina chiesa di San Giovanni, come a rendere onore a chi ha lasciato in questa terra testimonianze oltre che di grande genio artistico, anche di immenso amore per il prossimo.

 

tomba gaspare spontini

La tomba di Gaspare Spontini – Chiesa di San Giovanni

Curiosità

Di seguito un elenco dei luoghi spontiniani da visitare a Maiolati:

  • Ospizio della Carità Spontini e Chiesa di San Giovanni con la tomba dell’artista
  • Casa Natale di Gaspare Spontini
  • Scuola Pia Accademia musicale Gaspare Spontini
  • Chiesa di Santo Stefano
  • Teatro Spontini e Municipio
  • Parco Celeste Erard
colle celeste maiolati

Parco Celeste Erard

 

Presto ti racconterò anche di Maiolati Spontini, il paese tanto amato da Gaspare Spontini. Per non perderti le prossime puntate iscriviti alla newsletter o seguimi su Facebook.

 

Info Museo Spontini

Orari apertura

Dal 1 Agosto al 31 Agosto da giovedì a domenica dalle 16 alle 22,30

Dal 1 Settembre al 20 Novembre aperto solo la domenica dalle 15,30 alle 20,00

Per visite di gruppo telefonare al 333-6688998 o scrivere a conservatoria@virgilio.it

Tariffe

Intero 4 euro

Ridotto 3 euro

Gruppi di almeno 6 persone 3 euro

Gratuito minori di 11 anni

La camera di Gaspare Spontini

 

Per ulteriori info

Scopri le 5 cose non perdere a Maiolati Spontini

Scopri altri Musei delle Marche

 

Potrebbe interessarti