Vieni chiunque tu sia, a Romena la porta è sempre aperta!

Dipende…da che punto guardi il mondo tutto dipende! Canta così Jarabe De Palo…e questa frase la prendo come ispirazione.

fraternita di romena
#fraternitadiromena

L’immagine iniziale girata, è una provocazione per chi legge. Per leggere quella frase tanto bella quanto significativa dovete fare uno sforzo, cambiare il vostro punto di vista. Molti si saranno già stancati di leggere, ma per gli altri che hanno compiuto questa “fatica”, oggi voglio portarvi in un luogo pieno di ogni bene.

L’ho scoperto, grazie a mio fratello nel giorno più speciale della sua vita, e mi è apparso subito come un raggio di sole in mezzo alle nuvole, come un gabbiano sereno in riva al mare. Una serie di curve e ad un certo punto, scorgi una Pieve di una bellezza unica, dove il tempo è scandito lentamente, le porte sono sempre aperte e regna una pace surreale.

Ad accoglierci un sacerdote, fuori da ogni schema, un sacerdote al lavoro con scarpe rotte e mani sporche, è Don Luigi, Gigi per gli amici (e vi assicuro ne ha molti) che è il simbolo del coraggio, di un cambiamento che è dentro di noi, di un cambiamento che ha trasformato Romena di un punto di incontro.

Un punto di partenza per tutti i viandanti che passano alla ricerca di qualcosa di diverso da quello che ci offre questa società consumistica, qualcosa che non si può comprare con il denaro.

Gigi racconta: “In questo piccolo spazio vorrei che ogni uomo si sentisse a casa sua e, libero da costrizioni, potesse raggiungere la conoscenza di se stesso e incamminarsi nella sua strada forte e fiducioso. Vorrei che fosse una sosta di pace, di riflessione per ogni viandante che vi giunge, un posto dove l’ideale diventa realtà e dove la gioia è il frutto spontaneo”.

E’ la fratenità di Romena è un posto ideale. Ogni persona che passa di lì, non può rimanere indifferente a quella pace, a quel silenzio. E’ un luogo discreto, magico, ricco di un saggezza, impregnato di sapienza, che offre agli uomini la ricerca del «senso della vita».

“Per me Romena è come l’albeggiare di un giorno nuovo dell’umanità, come la stella del mattino sopra un nuovo orizzonte e come rugiada sulla fronte di chi ha il cuore indurito”. Giosuè Boesch

Arrivato alla Pieve, nel cuore del Casentino sarai il benvenuto, comunque sia. Romena è un porto di terra. Vi si può attraccare quando lo si desideri. Ogni  domenica la Pieve si tinge di festa e colori pastello, quello è il giorno ideale per entrare in contatto con questa realtà. Ma anche durante la settimana puoi incontrare  la pieve nel suo silenzio delicato e la fraternità nella sua operosità semplice. Potrai fermarti a dormire condividendo con gli altri ospiti ogni momento. Questo il CALENDARIO ATTIVITA’  della fraternità, questi gli INCONTRI DEDICATI ALLA FAMIGLIA  e questo il SITO. Nei prati nei verdi prati attorno alla Pieve, sotto un albero, ci si può ritrovare per riposare dalla fatica, per parlare, per meditare, per nutrire l’anima.  Se hai voglia di riscoprire un po’ della tua serenità, non dimenticare che c’è sempre qualcuno pronto ad accoglierti ed ascoltarti.

Vieni, vieni, chiunque tu sia, sognatore, devoto, vagabondo, poco importa. Vieni, anche se hai infranto i tuoi voti mille volte. Vieni, vieni, nonostante tutto, vieni. Rumi

In un weekenk regalati un pizzico di serenità ed armonia, fai una visita chiunque tu sia, e rimarrai colpito come me da tanta bellezza e pace.

Ps La foto in evidenza è stata scattata alla Pieve in una stupenda giornata di primavera.

Ti potrebbe interessare...

Nessun commento

  1. Maria dice

    Sono contenta che tu abbia conosciuto Romena, è un posto veramente bello, io ci vado da 6 anni e ogni volta che torno sono impaziente di arrivare e riabbracciare tutti. Ti consiglio di andare anche a Quorle, l’altra casa di Romena, è stupendo! C’è una pace! E poi incontrerai Wolfgang, una persona altrettanto bella. Inoltre ti suggerisco di conoscere Pigi, una persona speciale, insomma non sono finite le sorprese. Infine spero che prima o poi ci conosceremo

    1. viaggiesorrisi dice

      Ciao Maria, grazie di cuore per i consigli, Romena appare ai miei occhi come un posto ideale dove il corpo e l’anima possono riposarsi. Quorle non la conosco ancora, ma se mi dici così desidero già andarci.
      E sono certa che sarà un posto altrettanto bello e speciale. Appena posso devo andarci, questi luoghi donano pace e serenità, imparano la vita, quella vera!

      1. Maria dice

        Beh allora mi aspetto che ci racconterai anche quando andrai a Quorle. Un abbraccio

        1. viaggiesorrisi dice

          Certo, lo farò non appena conoscerò anche questa rara realtà di bellezza e amore. Un sorriso.

  2. saurosecci dice

    Gran bell’articolo, complimenti perchè credo che tu abbia sintetizzato molto bene l’essenza di Romena, un saluto sperando di trovarci presto a Romena

    1. viaggiesorrisi dice

      Grazie infinite, Romena è speciale perché in questo mondo così attento all’apparenza ci insegna a fermarci e guardarci dentro…l’essenziale è invisibile agli occhi.

      1. Maria dice

        Ahahahah sai che uno dei libri di Wolfgang si chiama proprio “Invisibile agli occhi”? Leggilo è veramente bello!

        1. viaggiesorrisi dice

          Sto leggendo quelli di Don Gigi, ora lo stupendo libro “la realtà sa di pane” poi sicuramente leggerò anche quello di Wolfgang. Grazie del consiglio.

      2. Maria dice

        Sì “La realtà sa di pane” è stato il primo libro di Romena che ho letto e mi è piaciuto un sacco!

        1. viaggiesorrisi dice

          Finito ieri l’ho letto nonostante la stanchezza di questi giorni quasi tutto d’un fiato, e ho iniziato l’altro “Domani avrà i tuoi occhi”!

  3. lombardidaniele dice

    Anch’io conosco romena, non quorle. Andai una volta a un incontro con un monaco buddista della birmania una domenica pomeriggio a cui fece seguito la messa. E poi sono felice di ricordare il trekking-pellegrinaggio fatto con due miei amici la scorsa estate da romena a la verna con tappe intermedie a camaldoli e badia prataglia. Zaino in spalle! Buona cose. Daniele

    1. Michele dice

      Ciao,
      manderesti il percorso che hai fatto a piedi da Romena a La Verna? Mi piacerebbe farlo. Grazie

  4. Roberta Romani dice

    Ho conosciuto Romena a fine anno 2011 dove sono approdata alla ricerca del senso della mia vita piena di croci insopportabili . Lì mi sono sentita abbracciata dal silenzio della bellissima pieve , un silenzio che diventa preghiera anche quando fai fatica a pregare ma soprattutto accolta da Gigi , cioè don Luigi Verdi , un sacerdote speciale che quando parla ti arriva dritto al cuore e vorresti che le sue omelie non finissero mai e alla fine gli occhi ti si riempiono di lacrime per la commozione .Ho frequentato i corsi, i convegni , ho conosciuto anche i collaboratori di Gigi , tutti veramente speciali , e ho visto crescere gli spazi che pian piano si sono aggiunti per accogliere le persone sempre più numerose che arrivano a Romena. Ritornerò a Romena a metà luglio 2015 per il convegno ” Dio è un bacio “.

    1. viaggiesorrisi dice

      Credo che sia un posto dove tutti debbano arrivare per ritrovare le cose vere ed essenziali di questo mondo…per ritrovarci, per riscoprire quello che in noi c’è di più autentico…grazie Roberta!

  5. Maria dice

    Sono tornata a Quorle il 31 maggio, è stato veramente emozionante ritrovare Wolfgang e gli altri! Svegliarsi la mattina presto e andare nel bosco a passeggiare, mi ha ridonato delle sensazioni che ultimamente avevo messo da parte perché non tornavo da un po’ di tempo. Una pace incredibile! L’1 e il 2 giugno sono tornata a Romena, ritrovare Gigi e gli altri e poi l’accoglienza che mi ha fatto sentire come in una seconda casa. Mi è dispiaciuto solo non riuscire ad ascoltare l’omelia di Gigi, che ogni volta sembra stia parlando proprio a me. Purtroppo ultimamente il tempo a mia disposizione è diminuito, ma sono contenta comunque.

    1. viaggiesorrisi dice

      Grazie per il tuo messaggio Maria…credo che questi siano i luoghi dove ritrovarsi ogni giorno per risvegliare l’anima e il nostro cuore!

  6. Nadia dice

    È bellissimo leggere cosí tante belle testimonianze di speranza.

    Spero presto di poter raggiungere Romena e abbracciare quella speranza! Vivo a Milano e per problemi di salute non sono sicura di poterlo fare a breve…

    Ci sono delle Comunitá “amiche” altrettanto autentiche nelle zone piú a Nord a Milano o dintorni?

    In ogni caso…spero di conoscere Romena presto!

    Un sorriso

    Nadia

    1. viaggiesorrisi dice

      Ci sono altre comunità amiche ma sempre in quella zona…potresti incontrare Don Luigi in giro per l’Italia in qualche veglia o “riunione” segui le date sul sito.
      Comunque per avere un’idea della bellezza delle parole e dell’accoglienza trovi tanti video anche nel sito di Romena. Ti auguro di poterti rimettere presto e di poter raggiungere per qualche giorno quel luogo di pace e amore.

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Il Tuo commento una volta scritto, verrà moderato da Viaggi e Sorrisi. Una volta approvato sarà disponibile on line.