La magia di Risorgimarche continua…

di Marta Mancini

Nei meravigliosi prati di Poggio San Romualdo, frazione del comune di Fabriano (An), si è aperta la terza edizione di Risorgimarche, ed è stato il grandioso Nek ad incantare il pubblico, canzone dopo canzone, emozione dopo emozione.

nek risorgimarche

Sono più di 8 i chilometri che separano il pubblico dal palco naturale del concerto. Il mio percorso inizia da Castelletta di Fabriano, un luogo che ho nel cuore come il sorriso del grande Michele Scarponi che aveva definito Castelletta la sua cima Coppi.

castelletta fabriano michele scarponi

La strada per alcuni potrebbe essere una fatica inutile, per chi vive pienamente questo Festival è una scoperta continua, un respiro a pieni polmoni tra i nostri monti, un meraviglioso cammino tra farfalle, natura e un silenzio che purifica l’anima.

natura risorgimarche

Risorgimarche è il festival della solidarietà e della vicinanza alle zone colpite dal sisma. Il popolo di Risorgimarche è uno sciame festoso, sensibile e rispettoso della natura che lo circonda.

Risorgimarche è difficile da raccontare a parole, è qualcosa che deve essere vissuto così come i nostri straordinari territori dei quali è impossibile non innamorarsi, così come ci ricorda Neri Marcorè…

“Le Marche se le conosci le ami,

se non le ami,

è perché non le conosci!”

Il Festival della solidarietà ci invita a metterci in cammino, passo dopo passo, la strada diventa una piacevole passeggiata e la meta una conquista. In un mondo che non ci insegna il valore dell’attesa, del sacrificio, della pazienza, Risorgimarche ci dona valori che sono fondamentali oggi più che mai. Un cammino lento che ci porta a scoprire meraviglie semplicemente aprendo gli occhi e ammirando il prodigio della natura.

Il popolo di Risorgimarche si sente parte di una comunità festosa, che ama condividere e unirsi in un profondo abbraccio attorno alle popolazioni colpite dal sisma. Un grande spirito di comunità quasi perduto, che si ritrova lassù tra i monti e ci fa sentire tutti parte della stessa collettività.

popolo di risorgimarche

Risorgimarche non è solo musica, artisti, poesia, Risorgimarche è un concentrato di solidarietà, speranza, vicinanza e anche del rispetto della natura e dell’altro. Nei prati più belli delle Marche ho visto persone di ogni età, dal neonato di appena un mese all’arzillo ottantenne pieno di vita, provenienti da ogni parte del mondo ma unite dalla voglia di crescere e conoscere straordinari e suggestivi luoghi, spesso sconosciuti ai più.

tramonto risorgimarche

Sul palco immaginario c’era Nek ad emozionarci e da lui ci separava un’esile cordicella che nessuno si è sognato di oltrepassare. Il popolo di RisorgiMarche non solo ha portato rispetto nei confronti della natura lasciando immacolati i prati ma ha anche dimostrato devozione verso i luoghi meravigliosi che ha incontrato.

E allora che cos’è Risorgimarche?

Risorgimarche per me è una promessa  d’amore verso la nostra terra, è un tenero sguardo verso il futuro.

Risorgimarche è attenzione, amore, è andare oltre. E’ riscoperta della fatica, del senso dello stare insieme, della condivisione più autentica, dell’essere una comunità. Risorgimarche è portare tante gente in questi luoghi, fare in modo che la gente si innamori di questi luoghi e ritorni una, due, mille volte tra questi monti.

Dopo il concerto il popolo di Risorgimarche si sposta prima verso le isole del gusto per la merenda con prodotti tipici locali e poi verso il DopoFestival.

Da Poggio San Romualdo a Fabriano, la festa cambia location ma continua ad esprimere la sua magia. In Piazza il Dopofestival ha entusiasmato tante persone ed è stato organizzato in maniera impeccabile dalla Faber, uno dei partner ufficiali del Festival, che ha sostenuto questo Festival fin dal primo momento.

 

Tanti gli spettacoli e le esibizioni una più bella dell’altra e per finire la competizione “FaberChef” che ha visto il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, il direttore esecutivo di Risorgimarche Giambattista Tofoni e le ginnaste della Faber, Milena Baldassarri e Talisa Torretti, sfidarsi nella preparazione del “Panino Risorgimarche”.

Il panino di Risorgimarche – Photo Credit Faber

Il panino ufficiale è stato presentato in una video-ricetta dallo chef Andrea Mainardi e dal grande Neri Marcorè, ideatore e direttore artistico del festival
Se amate il territorio marchigiano e i suoi sapori non saprete resistere a questo panino che profuma di futuro.

Siete curiosi di conoscere anche gli ingredienti?

Mele rosa dei Monti Sibillini
Miele Stachys di Fabriano,
Insalata scarola,
Pecorino dei Monti Sibillini,
Prosciutto di Carpegna a fette,
Pinoli,
Uvetta,
E una bagette…

Una delizia che racconta il nostro territorio.

Se poi siete ancora più curiosi potete vedere il video della preparazione del panino Risorgimarche https://youtu.be/q61mPui0EdY

 

strada facendo

Le Marche così meravigliose, così uniche, tutte da scoprire per la loro diversità di paesaggio e territorio dal mare ai monti fino alle dolci colline, forme armoniche e sinuose, falesie e grotte che si alternano a spiagge indimenticabili, colline che rievocano storia e tradizione, arte e montagna che fanno sognare.

Se non siete mai stati ad un concerto Risorgimarche vi ti invito a partecipare, vi porterete nel cuore come me, non solo la musica, ma la bellezza infinita delle Marche! I concerti sono davvero tanti, ora anche nella versione borghi e escursione al tramonto (gratuiti e solo su prenotazione), uno più bello ed emozionante dell’altro.

Scopri tutte le date su Risorgimarche .

E se vuoi conoscere tanti altri luoghi delle Marche ti invito anche a seguire il mio sito cliccando mi piace alla mia pagina Facebook, ti porterò con me a spasso per le Marche e non solo!

Camminando insieme verso Risorgimarche – Photo Credit Cinzia Marianii

“Risorgimarche è molto più di un festival.
È un modo per regalare entusiasmo, emozione e senso di comunità a tutte le persone colpite dal terremoto.
È un modo per godere di questa terra camminando, prendendosi il proprio tempo e gettando lo sguardo verso le tante bellezze che delineano una regione veramente plurale.
È un modo per assaporare i prodotti creati con assoluta maestria da allevatori e agricoltori.
È un modo naturale di fare musica, con artisti e pubblico insieme su un prato, alla luce del giorno.
RisorgiMarche è soprattutto il desiderio di aggregare pensieri, parole ed anime…”

Per saperne di più

Leggi anche Risorgimarche quello che mi ha insegnato

Leggi Risorgimarche 2019 date e luoghi

Visita il sito Risorgimarche

 

Potrebbe interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy.
Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy