5 cose da non perdere a Staffolo

Staffolo sorge a 442 metri di altezza ed il suo panorama spazia in maniera ampia su tutta la Vallesina, tanto da essere chiamato “il balcone della Vallesina”.

Il comune sorge in cima ad un colle nella provincia di Ancona  che dista circa 40 km da questo delizioso borgo. Staffolo è stato insignito della Bandiera Arancione per la qualità del turismo  e anche della Bandiera Verde per l’agricoltura grazie alla cura del territorio e del centro storico, ai quali si aggiunge la rinomata gastronomia dei ristoranti locali.

Il nome Staffolo deriva dal greco e significa  “grappolo d’uva” con la fondazione del paese che sarebbe legata al mitico Staffìlo, figlio di Arianna e Teseo. Il nome Staffolo può essere collegato anche al termine longobardo Staffil, palo di confine, vista la posizione di confine del colle fra i domini bizantini della Vallesina e il ducato di Spoleto.

vino colli euganei arqua petrarca

Cosa fare e vedere a Staffolo

1 – Ammirare il panorama 

Arrivato in questo borgo lascia che i tuoi occhi si perdano tra le campagne vicine, tra i paesi limitrofi e su tutta la Vallesina. A Staffolo c’è un belvedere tanto amato dagli staffolani.  E’ un balcone naturale che permette di ammirare tutto il territorio circostante.

staffolo panorama

Questo luogo, chiamato dagli abitanti di Staffolo i banghitti, offre un magico punto di vista. Affacciandoti da questo balcone potrai allargare lo sguardo su 3 vallate, quella Esina, quella del Misa e quella del Musone, per arrivare nelle giornate limpide fino al mare Adriatico e addirittura intravedere le isole croate.

 staffolo panorama vallesina

2 – Passeggiare lungo le mura

Prendendo come riferimento il balcone della Vallesina che sarà il tuo punto di arrivo e quello di partenza, ti consiglio di fare una passeggiata attorno alle mura. Staffolo è costituito da un centro di impianto medioevale con forma ellittica e cinto da mura. Due le porte di accesso al paese,  porta Venezia a nord e porta San Martino a sud.

Passeggiando incontrerai il bellissimo torrione detto dell’Albornoz (sec. XIV) ed altre torri trasformate oggi in abitazioni.

Ti consiglio di iniziare e terminare il tuo percorso con il balcone panoramico e attraversare tutto il viale di tigli. Se viaggi con bambini a bordo come me da non perdere anche una visita al grande parco giochi del paese, davvero una bellissima scoperta!

 staffolo mura

 

3 – Scoprire le chiese di Staffolo

Entrando nel paese da una delle porte di accesso non potrai fare a meno di lasciarti affascinare dalle chiese.

paese di staffolo

  • Chiesa di S. Egidio con la sua bellissima facciata in stile romanico con un portale litico. In questa chiesa da ammirare il pentittico del Maestro di Staffolo, autore anonimo di scuola fabrianese. Nella pala al centro viene rappresentata la Vergine adorante il Bambino ed ai suoi lati San Pietro, Sant’Egidio, San Paolo e Giovanni Battista.

 staffolo portale chiesa

  • Chiesa San Francesco Staffolo un convento francescano risalente al 1230. Costruito in stile romanico, nel tempo si è mescolato ad altri stili in seguito ai vari interventi di ristrutturazione. La facciata in stile romanico conserva ancora il portale litico.

portale chiesa di san francesco staffolo

A circa un Km da centro di Staffolo si trova la Chiesa di Santa Maria della Castellaretta, gioiello di arte barocca, edificata come tempio votivo dagli staffolani reduci dalla battaglia di Lepanto (1571).

 

4- Staffolo e il Verdicchio

Il territorio di Staffolo è un susseguirsi di campagne coltivate e vitigni. Sono tante le aziende produttrici di vini pregiati disseminate in queste preziose colline.

Staffolo è anche chiamato il “Colle del Verdicchio”  ed il vino ottenuto dal vitigno autoctono è appunto il Verdicchio, tra i più conosciuti ed apprezzati non solo in Italia ma in tutto il mondo.

Passeggiando lungo la cinta muraria ad un certo punto incontrerai il Museo del Vino e dell’Arte Contadina che conserva gli strumenti tradizionali che si usavano nelle cantine di Staffolo per produrre i vini del territorio e annessa un’Enoteca, con una vasta selezione di vini da degustare.

A Staffolo il vino non è mai mancato e lo testimoniano anche documenti molto antichi risalenti al 1300 quando Matteo Villani nelle sue Storie a proposito di Staffolo e gli attacchi di Fra Moriale scrisse:

“E presono il castello delle Istaffole pieno di molto vino”

La coltivazione del Verdicchio ha avuto sempre per tutto il territorio e per l’economia del paese una grande importanza, attività che viene anche oggi portata avanti da diverse aziende vitivinicole.

verdicchio staffolo

5 – Degustare i prodotti tipici

A Staffolo come d’altronde in tutte le Marche vale la pena fermarsi in uno dei ristoranti della zona e degustare i piatti tipici locali. Proprio nel centro storico troverai un paio di ristorantini e osterie che sapranno deliziarti con le loro pietanze:

  • Osteria Vino e Cucina
  • Ristorante la Grotta del Frate

Se non hai tempo da dedicare ad un pasto completo vale comunque la pena fermarsi per una merenda al forno del paese dove potrai assaggiare uno dei dolci tipici locali, il Cavalluccio.

I Cavallucci sono il dolce tipico di Staffolo. Il nome deriva dalla forma che ricorda con un pizzico di fantasia un cavallo in miniatura. La ricetta dei Cavallucci è davvero originale. Questi sono composti di pasta con un ripieno di sapa (mosto cotto ristretto) con l’aggiunta di noci e canditi.

Una volta cotti in forno vengono poi colorati nella parte superiore con alchermes per essere infine cosparsi di zucchero.

Un altro dolce tipico di Staffolo anche se la sua produzione è diffusa in tutta l’area del maceratese è il Serpe di Staffolo. Questo dolce ha la caratteristica di essere composto principalmente di mandorle tostate e di presentarsi in forma arrotolata.

Dove dormire a Staffolo

Se vuoi dedicare a Staffolo e ai Castelli di Jesi una sosta di qualche giorno eccoti una lista dei migliori alloggi della zona:

 

Come arrivare a Staffolo

 In auto. Da Nord e da Sud: Prendere l’autostrada A14 (da nord in direzione di Ancona e da sud in direzione di Napoli), uscire ad Ancona Nord, seguire la direzione Roma, continuare sulla SS 76, uscire in direzione Cingoli/Jesi Ovest, proseguire sulla SP 502, prendere poi la SP 35 e seguire le indicazioni per Staffolo.

In treno. La stazione ferroviaria più vicina è quella di Jesi e si trova a circa 20 km di distanza da Staffolo

In autobus. Il territorio di Staffolo è collegato grazie al servizio autolinee della Atma

In aereo. L’aeroporto più vicino a Staffolo è quello di Falconara e dista circa 30 km

 

 

Staffolo Turismo

Informazioni turistiche  

Ufficio Turistico I.A.T.

via XX Settembre, 14

60039 Staffolo (AN) Italy

Tel.: 0731.770418

www.comune.staffolo.an.it

 

 

Eventi da non perdere

Staffolo e la festa del Verdicchio

Le manifestazioni da non perdere a Staffolo sono le seguenti:

  • il  “Premio Città di Staffolo che in genere si svolge a fine Luglio. Il Premio è stato istituito dal Comune di Staffolo con l’intento di promuovere il territorio premiando artisti contemporanei che si sono affermati in campo internazionale nel settore della cultura.
  • la “Festa del Verdicchio”che si svolge la terza settimana di Agosto, con musica, balli, convegni e mostre in tema di enogastronomia e che porta nel paese tanta gente ed allegria.

staffolo paese

 

Cosa vedere nei dintorni di Staffolo

Nei dintorni di Staffolo vale assolutamente la pena fare una visita anche a

Da vedere a jesi
Torrione del Montirozzo Photo Credit Sandro Moriconi
Tempio del valadier cosa vedere a Genga
Il Tempio del Valadier

castelbellino

Eremo dei Frati Bianchi di Cupramontana
Eremo dei Frati Bianchi di Cupramontana Photo Credit Giuliano Betti
Apiro, la città del Folckore

Meteo a Staffolo

Ma che tempo farà a Staffolo? Ecco le previsioni meteo e le temperature dei prossimi giorni!

Se ti è piaciuto l’articolo e l’hai trovato utile condividilo con i tuoi amici e passa a trovarmi più spesso. Se metti un like alla mia pagina Facebook  e ti iscrivi alla newsletter  ti porterò con noi a spasso per le Marche e per il Mondo! Segui le nostre avventure anche su Instagram!

Per saperne di più

Scopri anche gli altri Castelli di Jesi

Scopri anche altri borghi delle Marche

 

Articolo pubblicato il 24 Giugno 2019

 

 

Ti potrebbe interessare...

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Il Tuo commento una volta scritto, verrà moderato da Viaggi e Sorrisi. Una volta approvato sarà disponibile on line.